Parma-Sampdoria 0-2, blitz dei blucerchiati: cronaca e tabellino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:40
0

Parma-Sampdoria chiude il girone di andata in serie A. I ducali colpiscono tre legni con Gervinho e Kucka, i blucerchiati puniscono con Yoshida e Keita. La classifica per gli uomini di D’Aversa si fa dura.

parma-sampdoria
Il tocco vincente di Yoshida – meteoweek.com (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Parma-Sampdoria | Cronaca del match

La Sampdoria chiude alla grande il suo girone di andata. Vittoria pesantissima per i blucerchiati sul campo del Parma.

Conti prova a presentarsi ai suoi nuovi compagni con una conclusione dalla distanza che però non impaurisce Audero, mentre è più pericoloso Kucka al 13′: lo slovacco trova sulla sua strada Colley. Dopo un tentativo sbilenco di Keita, Gervinho colpisce il palo al 22′ dopo la deviazione del portiere doriano. Due minuti dopo la Samp passa Vesu azione da corner: Yoshida approfitta di un tocco maldestro di Cornelius e batte Sepe. Il gol subìto scuote il Parma, Audero deve ancora superarsi su Gervinho ma al 34′ c’è il raddoppio. Stavolta è Hernani a fare la frittata, Keita ringrazia e raddoppia. Finale di tempo tutto di marca emiliana: Kucka prima testa i riflessi di Audero, poi lo batte con un tiro maligno che però si stampa sulla traversa.

La ripresa inizia con Karamoh al posto di Hernani, ma anche con il Parma che prende un altro legno: Gervinho va via a Bereszynski e ci prova dalla linea di fondo, solo la traversa salva la Samp. D’Aversa e Ranieri cambiano qualcosa per avere forze fresche, tra i doriani entra Damsgaard che impegna subito Sepe. Un minuto dopo ci riprova Kucka che scalda i guantoni ad Audero. Il Parma tenta l’ultimo sforzo per rientrare in partita in tempi utili, ma gli ospiti sono bravi a far girare il pallone. E allora ecco che arriva una vittoria importantissima per la Sampdoria: è la prima in trasferta nel 2021.

Mentre la situazione del Parma si complica sempre di più.

Tabellino

PARMA – SAMPDORIA 0-2

Marcatori: 24′ Yoshida, 34′ Keita

PARMA – Sepe, Conti, Iacoponi, Gagliolo, Pezzella (86′ Ricci), Grassi (65′ Brugman), Kurtic, Hernani (46′ Karamoh, 79′ Mihaila), Kucka, Gervinho, Cornelius. A disposizione: Colombi, Dezi, Sohm, Dierckx, Brunetta, Camara, Busi, Sprocati. Allenatore Roberto D’Aversa.

SAMPDORIA – Audero, Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello, Adrien Silva (82′ Ekdal), Thorsby, Ramirez (70′ Torregrossa), Candreva (82′ Jankto), Quagliarella (70′ Verre), Keita (58′ Damsgaard). A disposizione: Ravaglia, Letica, Rocha, Askildsen, Regini, La Gumina, Léris. Allenatore Claudio Ranieri.

ARBITRO – Manganiello di Pinerolo. Assistenti: Valeriani-Scatragli.

NOTE – ammoniti Kucka, Keita.

Classifica

Milan 43
Inter 41
Roma 37
Juventus 36
Atalanta 36
Napoli 34
Lazio 34
Verona 30
Sassuolo 30
Sampdoria 26
Benevento 22
Fiorentina 21
Bologna 20
Udinese 18
Spezia 18
Genoa 28
Torino 14
Cagliari 14
Parma 13
Crotone 12

Highlights

Parma-Sampdoria | Presentazione della partita

Una partita dalla tradizione importante e che ha l’onore di far calare il sipario sul girone di andata in serie A. Parma-Sampdoria è quest’anno un’altra partita tra squadre che competono nella zona medio-bassa della classifica.

La formazione ducale aspetta ancora la prima vittoria dopo il ritorno in panchina di Roberto D’Aversa. Il tecnico della promozione del 2019 sembra aver restituito un po’ di fiducia e di consapevolezza alla sua squadra. Ora, in attesa, che il mercato entri definitivamente nel vivo in questi ultimi giorni di gennaio, i gialloblu vogliono dare le giuste risposte in campo. La sfida di questa sera non sarà facile, ma lo stato mentale del Parma visto nelle due partite dopo l’avvicendamento in panchina è parso in evidente miglioramento.

Di contro c’è una Sampdoria che invece vuole trovare continuità, anche se per il momento stanno mancando i risultati di spessore lontano da casa. A Marassi i blucerchiati hanno steso prima l’Inter e poi l’Udinese in rimonta. Nei match in trasferta giocati in questo primo scorcio di 2021, la formazione allenata da Claudio Ranieri ha perso all’Olimpico di Roma e al “Picco” contro lo Spezia. Urge dunque una sterzata lontano da casa per avere un po’ di continuità e vivere la seconda metà di campionato senza assilli di classifica.

Probabili formazioni

Il Parma riparte da uno dei volti nuovi arrivati dal mercato, ovvero Andrea Conti. Il terzino arrivato dal Milan scenderà subito in campo per dare una mano alla sua nuova squadra. Sarà lui il laterale destro nella difesa a quattro, con Pezzella che potrebbe recuperare in tempo per giocare a sinistra. In mezzo al campo i muscoli di Kurtic ed Hernani faranno da contorno alla regia di Brugman, mentre Cornelius (forse al passo di addio) è in vantaggio su Inglese per comporre il tandem offensivo con Gervinho, sostenuto da Kucka.

PARMA – Sepe, Conti, Iacoponi, Gagliolo, Pezzella, Hernani, Brugman, Kurtic, Kucka, Cornelius, Gervinho. A disposizione: Colombi, Rinaldi, Ricci, Dierckx, Busi, Sohm, Dezi, Grassi, Brunetta, Mihaila, Sprocati, Karamoh. Allenatore Roberto D’Aversa.

La Sampdoria non dovrebbe cambiare nulla rispetto alla formazione che ha battuto l’Udinese otto giorni fa. Conferme a furor di popolo per la coppia di difensori centrali composta da Yoshida e Colley, così come in mezzo al campo ci sarà ancora Ekdal, preferito ad Adrien Silva in cabina di regia. L’inaspettato bomber Candreva e Jankto giocheranno sulle corsie laterali. In attacco nuova chance per Quagliarella al fianco di Keita, con il bomber di riserva Torregrossa pronto a subentrare.

SAMPDORIA – Audero, Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello, Candreva, Ekdal, Thorsby, Jankto, Keita, Quagliarella. A disposizione: Letica, Ravaglia, Regini, Adrien Silva, Askildsen, Ramirez, Damsgaard, Leris, Verre, Torregrossa, La Gumina. Allenatore Claudio Ranieri.

ARBITRO – Manganiello di Pinerolo. Assistenti: Valeriani-Scatragli.

Rivivi il prepartita

Parma-Sampdoria | Precedenti e curiosità

Parma-Sampdoria è una partita che si è già giocata ben 26 volte in serie A, relativamente ai precedenti disputati al “Tardini”. La prima volta tra le due squadre è relativamente recente, visto che il confronto più “old” risale alla stagione 1964/65. In quel caso vinsero i liguri per 3-1. Dopo altri due incontri disputati negli anni Settanta – uno in Coppa Italia e uno in serie B – arriviamo agli anni Novanta, in cui Parma e Samp se le sono date spesso di santa ragione.

Quagliarella fu decisivo nel 2007 – meteoweek.com (Photo by New Press/Getty Images)

Il 6 ottobre del 1991 arrivò la prima vittoria dei ducali sul terreno amico: un 2-1 firmato da Minotti e Grun, con in mezzo il rigore di Vialli. Da quel giorno il Parma mise a segno un filotto di sette vittorie in otto partite contro la Sampdoria. In mezzo una sola vittoria per i doriani, che nella semifinale di ritorno della Coppa Italia 1993/94 espugnarono il “Tardini” grazie a Gullit. L’anno dopo è arrivata la partita con più gol: un 3-2 il 12 marzo del 1995. A segno Zola (doppietta) e Asprilla per gli emiliani, mentre ai liguri non bastarono Lombardo e ancora l’olandese.

L’ultima vittoria del già citato filotto parmense risale al 6 aprile 1997: netto 3-0 con i gol di Sensini e Crespo, quest’ultimo a segno due volte. Dopo quattro pareggi e un altro successo dei padroni di casa, la Samp tornò a vincere a Parma il 18 febbraio 2007: il gol partita fu di Quagliarella. L’anno dopo Maggio ed Emiliano Bonazzoli regalarono un altro successo ai blucerchiati. Poi, però, i ducali misero un altro filotto di quattro vittorie consecutive. La prima il 28 febbraio 2010, l’ultima il 4 maggio 2014: a segno anche il grande ex Cassano.

Quella di quasi sette anni fa fu l’ultima vittoria parmense contro la Samp. Il 18 gennaio 2015 i gol di Bergessio e Soriano fruttarono uno 0-2. Il pirotecnico pareggio per 3-3 del 5 maggio 2019 fa da apripista all’ultimo Parma-Sampdoria della storia. Gervinho e un autogol di Bereszynski regalano l’illusorio doppio vantaggio agli emiliani, ma nella ripresa c’è la rimonta firmata da Chabot, Quagliarella e Federico Bonazzoli.