Sassuolo, mister De Zerbi: “Dobbiamo stringere i denti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:53
0

Il Sassuolo esce a testa alta dall’Olimpico. Contro la Lazio finisce 2-1 dopo un ottimo avvio degli emiliani. Roberto De Zerbi, tecnico del Sassuolo, ha commentato la sconfitta.

Il tecnico neroverde (Photo by Sabbatini via GettyImages)

Mastica amaro mister De ZerbiIl Sassuolo perde 2-1 in casa della Lazio nell’ultima giornata del girone di andata. I neroverdi sono partiti benissimo all’Olimpico, trovando il vantaggio con Ciccio Caputo dopo soli 5 ‘. E’ mancata la reazione al vantaggio biancoceleste nel secondo tempo. Al termine della gara il tecnico è intervenuto ai microfoni presenti. Scopri le sue parole.

LEGGI ANCHE ->Lazio-Sassuolo 2-1: tabellino, sintesi e classifica aggiornata

LEGGI ANCHE ->La Juve vince 2-0, Mihajlovic: “Bologna bello, ma non balla…”

Le parole di De Zerbi

Si parte dall’analisi della prestazione: “Forse potevamo anche raddoppiare all’inizio. Poi è venuta fuori la Lazio. Abbiamo subito la loro bravura e fisicità. Chiudiamo il girone d’andata con 30 punti. Abbiamo avuto tanti problemi e anche ora li abbiamo, dobbiamo stringere i denti. Purtroppo abbiamo perso Defrel oggi, Boga e Djuricic poi ancora non sono al meglio”.

Sugli avversari: “La Lazio è più forte di noi. Se sta bene la possiamo patire. Fisicamente hanno meritato, basta guardare il gol del pareggio. La Lazio è una squadra forte.”

Un bilancio sulla metà della stagione: “Non abbiamo colpe ma meriti. Non abbiamo mai perso con squadre sotto di noi in classifica. Tra il girone di ritorno dello scorso anno e questo abbiamo fatto 62 punti, sono numeri che contano.”

E’ mancato coraggio oggi? “No siamo stati coraggiosi. Abbiamo liberato bene l’uomo tra le linee, poi abbiamo sbagliato le scelte. Questo è mancato più che il coraggio. Miriamo sempre al miglioramento, ma dobbiamo fare i calcoli con la realtà. Abbiamo perso solo 5 volte con le squadre che ci precedono, non posso chiedere di più alla squadra. Stiamo ottenendo risultati molto importanti”.

LEGGI ANCHE ->Lazio, Simone Inzaghi: “Grande vittoria, il rinnovo è pronto”