Barazzutti sulla nomina di Volandri: “Ho saputo tramite il comunicato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:49
0

Corrado Barazzutti, capitano azzurro in Coppa Davis, dopo vent’anni è stato sostituito da Filippo Volandri. L’ex tennista ha rivelato di esserne venuto a conoscenza soltanto attraverso il comunicato ufficiale, ma è disposto a continuare a dare il suo contributo alla Federazione in altre vesti.

Corrado Barazzutti
Corrado Barazzutti, ex capitano degli azzurri in Coppa Davis (Photo by Alex Pantling/Getty Images)

Corrado Barazzutti negli ultimi vent’anni è stato il capitano degli azzurri in Coppa Davis. Ciò, tuttavia, non accadrà a partire dal prossimo novembre, quando l’Italia dovrà affrontare Stati Uniti e Colombia in occasione del girone finale. La Federazione ha infatti scelto di nominare al suo posto il livornese Filippo Volandri, dando una svolta alla storia del tennis.

Leggi anche -> Volandri capitano di Davis: “Che emozione! Voglio una squadra unita”

Ho appreso dal comunicato pubblicato sabato dalla Federazione tennis della nomina del nuovo capitano della squadra di Coppa Davis“, ha spiegato Corrado Barazzutti. Una modalità discutibile per salutare il capitano storico della Nazionale maschile.

Leggi anche -> Matteo Berrettini: “Ogni tanto sento le palline di quelli che devono allenarsi in camera”

Eppure, l’ex tennista non nutre rancore e ha teso la mano alla Federazione. Ha infatti annunciato che resterà a disposizione per dare un eventuale contributo agli azzurri in altre vesti, nel caso in cui i vertici glielo chiederanno. “A Filippo Volandri e a tutti i giocatori vanno i miei auguri per il prosieguo del lavoro che ho iniziato conducendo la squadra al girone finale di Coppa Davis che si terrà a novembre. È una squadra motivata composta da atleti di grande valore. Sono sicuro che potrà raggiungere ottimi risultati grazie anche all’affiatamento che abbiamo creato in questi anni di grande impegno. Ribadisco alla Federazione – ha concluso Barazzutti -, come ho sempre fatto e da ultimo anche qualche giorno fa, la mia disponibilità per un confronto costruttivo e leale per continuare la collaborazione in essere da venti anni“.