Parma si tinge rossonera: dopo Conti, ecco Musacchio e Krunic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:10
0

Sono ore caldissime sull’asse Milano-Parma. I gialloblù hanno acquistato Andrea Conti dai rossoneri, ma adesso hanno chiesto informazioni anche per Musacchio e Krunic.

Questo Parma è sempre più inDiavolato. Il calciomercato è più vivo che mai e queste sono ore fondamentali per i destini delle squadre. Da un lato ci sono i ragazzi di Pioli, al sicuro al primo posto, svolgendo un campionato da urlo, abbattendo qualsiasi record. Dall’altro invece c’è il Parma di D’Aversa, al penultimo posto, a un punto dal Crotone, fanalino di coda, e a uno dal Torino.

Gli emiliani hanno bisogno di rivoluzionare la squadra e per farlo si vogliono affidare a chi è abituato a scalare le classifiche, a chi la Serie A la conosce. Ed ecco quindi che nei radar del Parma sono finiti Mateo Musacchio e Rade Krunic, rispettivamente difensore e centrocampista del Milan. Sono loro due gli oggetti dei desideri di D’Aversa, che proverà in tutti i modi a strapparli ai rossoneri. Proprio come è stato fatto per Andrea Conti. I due giocatori infatti raggiungerebbero il loro ex compagno di squadra dopo nemmeno 10 giorni.

Leggi anche——-> UFFICIALE: Tomori è un nuovo giocatore del Milan

Musacchio al Parma: si può fare

L’affare Musacchio sembrerebbe essere fattibile. Il difensore è oramai ai margini del progetto di Pioli, e più volte si è parlato di un suo addio definitivo ai rossoneri. L’argentino purtroppo non riesce a trovare una squadra che sia intenzionata a puntare sulla sua esperienza.

La dirigenza del Milan gradirebbe molto una partenza da parte del difensore centrale, così da alleggerire il monte ingaggi e sfoltire la rosa, proprio come desidererebbe Paolo Maldini.

Krunic: affare difficile

Rade Krunic gode della stima dell’allenatore rossonero. Il centrocampista è stato accostato spesso a altre squadre, forse perché è valutato come una pedina di scambio. In realtà il giocatore ha talento e la giusta stoffa per restare al Milan.

Le sirene del Parma, che gli offrono anche un posto certo da titolare, saranno abbastanza leggere, da non arrivare all’orecchio di Krunic?