Chelsea, l’addio di Lampard: “Rimpiango il poco tempo avuto, ma sono orgoglioso”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:20
0

Frank Lampard è stato sollevato dall’incarico di allenatore del Chelsea. Attraverso una lettera a cuore aperto ha detto addio al club londinese. 

Frank Lampard, ex allenatore del Chelsea. Getty Images
Frank Lampard, ex allenatore del Chelsea. Getty Images

Il Chelsea, dopo un filotto di risultati negativi, ha deciso di sollevare Frank Lampard dall’incarico di manager della squadra. I Blues si trovano a metà classifica, una posizione inaccettabile anche a seguito dei circa 200 milioni investiti sul mercato per rinforzare la rosa. Attraverso i suoi profili social, Lampard ha rotto il silenzio pubblicando una lettera di addio al club che lo ha visto crescere sia come calciatore che come allenatore: “È stato un enorme onore e privilegio allenare il Chelsea. Un club che è stato una parte importante della mia vita per così tanto tempo. In primo luogo, vorrei ringraziare i tifosi per l’incredibile supporto che ho ricevuto negli ultimi 18 mesi. Spero che sappiano cosa significhino per me.

Leggi anche: Chelsea: ufficiale l’esonero di Frank Lampard, già scelto il sostituto
Leggi anche: Liverpool, Salah: “So già cosa voglio fare quando scadrà il contratto”

L’allenatore inglese ha proseguito: “Quando ho assunto questo ruolo ho capito la sfida che mi si prospettava. Sono orgoglioso dei risultati che abbiamo ottenuto. E sono orgoglioso dei calciatori dell’Academy che sono entrati in prima squadra e si sono comportati così bene. Rappresentano il futuro del club”.

Chelsea, la lettera di addio di Lampard tra rimpianti e ringraziamenti

Lampard è poi passato ai rimpianti e ai ringraziamenti di rito: “Ho il rimpianto di non aver avuto il tempo, in questa stagione, di portare avanti il ​​club e portarlo al livello successivo. Voglio ringraziare il signor Abramovich, il consiglio, i giocatori, il mio staff tecnico e tutto il club per il loro duro lavoro e dedizione, specialmente in questi tempi senza precedenti e impegnativi. Auguro alla squadra e al club ogni successo per il futuro”.