Genoa, pericolo giallo: saranno cinque i diffidati con il Crotone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:19
0

Il Genoa ha iniziato oggi a preparare la trasferta di Crotone, ennesimo scontro salvezza per Ballardini con il pericolo delle ammonizioni.

Genoa diffidati
Badelj è uno dei diffidati del Genoa (Credits: Getty Images)

La prima seduta di allenamento in vista della sfida di sabato è andata in archivio oggi pomeriggio a Pegli. La buona notizia è il ritorno in campo di Zapata, il difensore centrale ha ricominciato a correre dopo il problema muscolare accusato nelle scorse settimane. Non ci sarà allo Scida, ma il suo percorso di recupero corre veloce.

LEGGI ANCHE: Genoa, Gaich non arriverà, tutto fermo per Scamacca e rispunta Sanabria

Genoa, pericolo diffidati con il Crotone

Alcuni dei giocatori del Genoa che invece saranno in campo contro il Crotone dovranno stare particolarmente alle proprie azioni. In cinque in caso di cartellino giallo dovranno saltare la sfida contro il Napoli. Tra loro c’è il difensore centrale Masiello, colonna della super difesa di Ballardini che non subisce gol da tre gare di fila. A centrocampo nella lista dei diffidati c’è Milan Badelj, poco utilizzato da Maran, ma diventato con la nuova gestione tecnica il regista del Grifone. Il croato è apparso in grande crescita, detta i tempi del gioco e non disdegna per niente la lotta.

Pesantissima potrebbe essere l’ammonizione, se dovesse arrivare per Mattia Destro. Il bomber principe dei rossoblu, sette centri in questo campionato, con il “giallo” ricevuta contro il Cagliari è entrato nella lista dei diffidati. Lista che comprende anche il difensore Bani e il laterale Ghiglione. Entrambi non dovrebbero essere titolari allo Scida, ma Ballardini li utilizza spesso a partita in corso. Il problema per il Genoa è che non si possono fare calcoli, la striscia di undici punti raccolti da Ballardini ha migliorato sensibilmente la classifica, ma il Grifone non è ancora fuori pericolo. Così a Crotone giocherà la formazione migliore, sperando che i provvedimenti disciplinari dell’arbitro non tolgano troppi protagonisti al match successivo con il Napoli.