Juve-Spal 4-0: in semifinale c’è l’Inter. Tabellino, highlights e pagelle

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:47
0

Juve qualificata per la semifinale di Coppa Italia contro l’Inter. Con la Spal la sblocca Morata su rigore al 15′. Raddoppia Frabotta (primo gol in bianconero), 3-0 e 4-0 di Kulusevski e Chiesa nel finale. Qui formazioni, cronaca live, tabellino, highlights e pagelle di Juve-Spal 4-0

Morata (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
Morata (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Juve-Spal 4-0, in semifinale di Coppa Italia bianconeri contro l’Inter

Reti: 16′ rig. Morata, 33′ Frabotta, 78′ Kulusevski, 93′ Chiesa

Juventus (4-4-2): Buffon sv; Demiral 6.5 (82′ Da Graca sv), De Ligt 7, Dragusin 7, Frabotta 7.5 (66′ Alex Sandro); Bernardeschi 6.5 (46′ Di Pardo 6.5), Fagioli 7 (86′ McKennie sv), Rabiot 6.5, Ramsey 6.5; Kulusevski 7.5, Morata 7 (66′ Chiesa). All. Pirlo. A disp. Szczesny, Pinsoglio, Chiellini, Arthur, Danilo, Cuadrado, Bonucci.

Spal (3-4-2-1): Berisha 6.5; Okoli 5, Vicari 5 (46′ Tomovic), Ranieri 5 (46′ Sala); Dickmann 5.5, Esposito 5 (65′ Valoti), Missiroli 5.5, Sernicola 5.5; Brignola 6, Seck 6; Floccari 5 (65′ Moro). All. Marino. A disp. Thiam, Minelli, Tomovic, Paloschi, Viviani, Spaltro, Strefezza

Arbitro: Pezzuto

Ammoniti: 50′ Sernicola, 80′ Chiesa, 84′ Demiral

ORE 20.45 – Partiti all’Allianz Stadium. Esordio tra i professionisti per Niccolò Fagioli, 20 anni, centrocampista, talento dell’Under 23. Non c’è Ronaldo (a riposo), ancora infortunato Dybala. Vicino a Morata gioca Kulusevski. In difesa Demiral e De Ligt assieme agli altrettanto giovani Dragusin e Frabotta. In porta Buffon.

Primo tentativo, ci prova la Juve al 5′: diagonale di Frabotta vicino al palo. Il secondo tentativo è di Morata con un gran destro respinto in corner da Berisha (8′). Grande pressione bianconera. Floccari, al 9′, prova invece a scuotere la Spal su una palla persa da Kulusevski.

Apre Morata, poi Frabotta, Kulusevski e Chiesa sul gong

Episodio curioso al 15′, che sblocca il match: si passa (tramite Var) dalla simulazione di Demiral al penalty per fallo sul bianconero. Morata realizza dagli 11 metri. 1-0 Juve. Al 32′ il primo gol di Frabotta con la Juve: sinistro spettacolare a mezza altezza dopo un’azione nella quale Kulusevski, in area ferrarese, fa davvero quello che vuole tra dribbling e serpentine. Piattone all’indietro e Frabotta fa 2-0. Floccari sfiora il 2-1 al 35′ con un gran destro dal limite dell’area, sul quale però era attento Buffon.

Ripresa. Di Pardo rileva l’acciaccato Bernardeschi, nella Spal in campo Tomovic e Sala per Vicari e Ranieri. Nei primi 20′ del secondo tempo la gara va in sonnolenza: la Spal pensa forse al campionato (da vincere) di serie B, la Juve è in piena e totale amministrazione. Due sussulti: un altro mancino di Frabotta ed un tentativo di Ramsey, che trova la pronta risposta di Berisha al 57′.

Al 78′ Chiesa, subentrato negli ultimi 20 minuti, sfrutta un grave errore in possesso palla della Spal e consegna a Kulusevski il più facile degli assist. 3-0 Juve. Nei quattro minuti di recupero arriva pure il 4-0 di Chiesa a porta vuota, poi triplice fischio. Gara mai in discussione, ancora zero gol subiti dalla squadra di Pirlo.

Juve-Spal 4-0, le formazioni ufficiali

Juve-Spal, il momento delle squadre

Una Supercoppa in bacheca, zero gol subiti col Bologna: dopo il ko contro l’Inter la Juve ha perentoriamente rialzato la testa e questa sera sfiderà in Coppa Italia la Spal. Si gioca alle 20.45 all’Allianz Stadium, dove si apriranno per una delle due squadre le porte delle semifinali (l’avversaria sarà proprio l’Inter di Conte). Anche la Spal vive un buon momento: dopo due sconfitte consecutive con Ascoli e Brescia sono arrivate due vittorie e un pareggio. In Coppa Italia la Juve ha superato a fatica il Genoa negli ottavi (decisivo un gol di Rafia nei supplementari), mentre la Spal ha eliminato a partire dal secondo turno Bari, Crotone, Monza e Sassuolo.

L’allenatore della Spal Pasquale Marino, ieri in conferenza stampa, ha fotografato perfettamente il match: “Loro sono una delle migliori squadre al mondo e noi giochiamo in B. Dobbiamo essere realisti, anche se proveremo a fare il massimo“. Un Marino tra sogni e realtà. Il suo collega Andrea Pirlo ha stuzzicato la Juve in un’altra maniera: “Evitiamo di fare brutte figure, Bayern e Real Madrid sono state eliminate nelle coppe nazioni da squadre di categorie inferiori“.

Precedenti e curiosità: la promessa di Marino…

Tra le curiosità spiccano sicuramente le simpatiche dichiarazioni di mister Marino della Spal alla vigilia del match: “Cosa farei se riuscissi a eliminare la Juve? Sono disposto a rinunciare ai miei adorati dolci. Diciamo una settimana senza cannoli siciliani…”.

Precedenti. Juventus e Spal si sono affrontate 43 volte nella loro storia: il bilancio è favorevole ai bianconeri, che hanno vinto in 28 occasioni contro le 3 degli avversari, 12 i pareggi. Da quando il club di Ferrara è tornato in Serie A, nel 2017, le due squadre si sono affrontate sei volte: quattro vittorie della Signora, un pareggio e un successo della Spal, con il 2-1 del 13 aprile 2019 che rimandò l’appuntamento con la conquista dello scudetto per i bianconeri. Nelle tre partite giocate allo Stadium, la Juve ha sempre vinto (tre su tre). E in generale non ha mai perso negli scontri diretti a Torino nella sua storia contro la Spal. Sono tre i precedenti in Coppa Italia: 4-1 per i ferraresi nel ’62, 4-1 per i bianconeri nel ’64 e 5-0 bianconeri nel ’73, nell’ultimo confronto prima del ritorno tra i grandi della Spal nel 2017.