Mondiali Cortina, mancano 10 giorni: parlano Goggia e Innerhofer

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:39
0

Mancano dieci giorni al grande appuntamento iridato. Oltre a Goggia e Innerhofer ha parlato anche il presidente Fisi, Flavio Roda: “Vogliamo essere competitivi”.

goggia
Goggia dopo il Kronplatz – meteoweek.com (Photo by FABRICE COFFRINI/AFP via Getty Images)

Solo dieci giorni ci dividono dal più grande appuntamento del 2021 per quanto riguarda gli sport invernali. Stiamo parlando dei Mondiali di sci alpino, che si disputeranno a casa nostra, a Cortina d’Ampezzo. L’evento si sta avvicinando alla sua cerimonia di inaugurazione, in programma il prossimo 7 febbraio. La prima gara che varrà una medaglia, invece, è la combinata alpina femminile prevista per il giorno dopo. In totale il calendario dei Mondiali di Cortina prevede 13 gare, l’ultima in programma il 21 febbraio. Due lunghe settimane dense di appuntamenti, di gare e di spettacolo.

Nella conferenza stampa che si è svolta oggi erano presenti i più importanti esponenti dello sci alpino italiano. Tra gli atleti hanno presenziato Sofia Goggia tra le donne e Christoph Innerhofer. Hanno parlato anche il presidente della federazione sport invernali Flavio Roda e il numero uno della Fondazione Cortina 2021, Alessandro Benetton. Andiamo a leggere le loro dichiarazioni, ovviamente incentrate da una parte sull’aspetto sportivo e dall’altra parte sul fronte organizzativo.

Parlano Goggia e Innerhofer

Sofia Goggia – “Cortina è la seggiovia delle Tofane, al mattino prima di fare ricognizione. Vedi i primi raggi del sole illuminare le montagne. E’ l’immagine che porto nel cuore ed è poesia. Cortina ha le piste migliori come preparazione ed è il contesto più bello. Riuscire a disputare i Mondiali è un successo in questa situazione. A Cortina ho chiesto la prima foto con la Vonn, ho conquistato per la prima volta il pettorale rosso davanti a lei: è un pozzo di ricordi e spero sia lo scenario di un grande Mondiale”.

Christoph Innerhofer – “Fra poco ci siamo e non vedo l’ora. Lì non ho solo grandi ricordi, ma bisogna guardare avanti, la gara più importante è sempre la prossima. Per vincere medaglie ai Mondiali bisogna rischiare tanto e io sono pronto a farlo”.

Leggi anche -> Alberto Tomba: “Italia fortissima, ai Mondiali faremo bene”

Mondiali, la carica di Roda e Benetton

Flavio Roda, presidente Fisi – “Vogliamo essere competitivi. Abbiamo una squadra femminile che sta dettando legge, la squadra maschile forse ora è in difficoltà ma sappiamo che ai Mondiali faranno di tutto per ben figurare. La Federazione ha lavorato al massimo per farli arrivare nelle migliori condizioni. L’obiettivo? Ad Are 2019 abbiamo vinto tre medaglie, puntiamo ad ottenerne sicuramente di più”.

Leggi anche -> Goggia non si gode il trionfo: “Testa al SuperG di domani”

Alessandro Benetton, presidente Fondazione Cortina 2021 – “Siamo pronti per l’ultimo sforzo dopo un lavoro importante. Grandissimo gioco di squadra. Al di là dell’evento sportivo, ho immaginato qualcosa che coinvolgesse tutto il territorio, qualcosa che desse un lascito al di là dello sport, come l’Expo. La pandemia ha aggiunto difficoltà ma tutti hanno dato una mano, creando l’effetto “palla di neve”: dagli impiantisti agli albergatori, dalla politica al Ministro Spadafora che ci ha garantito ulteriore appoggio anche per trasmettere al mondo questi Mondiali in questa situazione. Mancherà il calore della gente, certo, marà sarà un grande evento mediatico. E finanziariamente puntiamo a un evento in pareggio, anche senza pubblico. Tutti hanno dato una mano, dal Comune agli impiantisti, dalla Regione al Governo”.