Milano mette la sesta: cade anche lo Zenit San Pietroburgo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:18
0

Sesta vittoria consecutiva per la compagine di coach Messina in Eurolega. Ora Milano è al terzo posto in classifica, superando proprio i russi. Parla l’allenatore: “Abbiamo ribaltato una partita difficile”.

milano zenit
L’esultanza di Sergio Rodriguez – meteoweek.com (photo credit: @OlimpiaMI1936 on Twitter)

L’Olimpia Milano non si ferma più e supera di slancio anche lo Zenit San Pietroburgo. In questo inizio di 2021 a dir poco magico, la formazione di Ettore Messina mette un’altra tacca sul proprio fucile. Si tratta infatti della sesta vittoria consecutiva per la compagine meneghina in campo continentale. Potremmo dunque aver assistito all’esplosione definitiva di una squadra che negli ultimi anni è stata alla continua ricerca di un’identità, soprattutto in Europa. Ma ora Milano sembra essere finalmente pronta per effettuare il grande salto.

La partita è stata molto dura per un’Olimpia che ha dovuto inseguire. Una situazione non facile considerando le assenze che continuano a falcidiare il coach siciliano in questo primo mese del nuovo anno. A questo si aggiunga anche la grande prestazione fornita da uno Zenit San Pietroburgo solido come suo solito, ma anche particolarmente efficace dalla distanza. I russi sono infatti tornati negli spogliatoi dopo i primi due quarti con un clamoroso 7/13 al tiro da tre punti. Ma Milano non si è persa d’animo, nemmeno dopo aver toccato il massimo svantaggio sul -12.

Al rientro sul parquet si è vista un’altra squadra, più concentrata e soprattutto più efficace sui due lati del campo. Milano si è fatta così trascinare dai suoi uomini di maggiore esperienza e carisma. Su tutti un Kyle Hines che ha unito forza d’urto e sagacia tattica, chiudendo con 12 punti e 8 rimbalzi. Ma anche Sergio Rodriguez e il rientrante Vlado Micov sono stati fondamentali. Quest’ultimo, schierato ancora una volta da ala grande per sfruttarne il maggior dinamismo rispetto ai lunghi dello Zenit, è stato decisivo. Milano riusciva nel primo sorpasso all’inizio del quarto periodo, per poi non mollare più la presa.

Leggi anche -> Olimpia Milano inarrestabile: batte anche l’Olympiacos

Milano vince, Messina è felice

Ne viene fuori così una grande vittoria, la sesta consecutiva in Eurolega. E ora Milano è terza in classifica, alle spalle dei colossi Barcellona e CSKA Mosca. Le parole di Ettore Messina dopo la partita chiariscono ancor di più l’importanza della vittoria: “È una grande vittoria contro una squadra eccellente, l’ha dimostrato soprattutto nel primo tempo, quando la sua difesa ci ha creato numerosi problemi, non siamo stati bravi a muovere la palla da un lato all’altro del campo, e in difesa com’era già successo con l’Olympiacos nel terzo quarto ruotavamo bene ma non abbastanza rapidamente da disturbare realmente i loro tiratori. A livello di EuroLeague non basta alzare un braccio per indurre un errore. Nel secondo tempo l’abbiamo fatto meglio e in attacco abbiamo mosso la palla e trovato i canestri giusti“.

Leggi anche -> Champions League Femminile, l’Imoco già ai quarti batte il Fenerbahce

Messina sottolinea il grande mese di gennaio in cui Milano ha solo vinto. Ma non vuole fare voli pindarici e mantiene la testa ben salda sulle spalle, almeno per quanto riguarda l’Eurolega: “Non è mai facile a questi livelli ribaltare una partita che comincia male, per cui devo dare credito ai ragazzi di averlo fatto. È stato un grande mese, ora ci spostiamo ai prossimi appuntamenti. Io continuo a sognare i playoff e a guardarmi alle spalle per carattere. Poi so che abbiamo tanti giocatori che hanno fatto le Final Four, hanno vinto, e loro non si accontentano di fare i playoff. Ma abbiamo una specie di patto non scritto che è quello di non parlare mai di una partita che non sia la prossima“.