Reggiana, Alvini: “Contento del mercato, a Pisa per giocarcela”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:10
0

La Reggiana con un Laribi in più farà visita a un Pisa in salute. Alvini in conferenza stampa non scioglie i dubbi su modulo e formazione.

alvini reggiana
Mister Alvini traccia la strada – meteoweek.com (photo by Getty Images)

Inizio di girone di ritorno lontano da casa per la Reggiana. La formazione emiliana ripartirà dall’Arena Garibaldi per la gara, sulla carta ostica, contro un Pisa in salute. Mister Massimiliano Alvini, dopo gli acquisti effettuati dal suo club a metà gennaio, ha potuto salutare anche l’arrivo di Karim Laribi, centrocampista di grande talento ed esperienza in cadetteria. In ogni caso la Reggiana che si presenterà in Toscana continua ad avere quell’atavico bisogno di gol e di punti, per staccarsi dalla zona rossa della classifica di serie B.

Andiamo a leggere le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa da mister Alvini, come riportate da TuttoReggiana.

Tanti assenti per domani – “Sicuramente non ci sarà Rossi, che forse sarà costretto a saltare anche l’Entella. Oltre a lui mancheranno Kargbo e Varone. Del Pinto è uscito malconcio dalla gara col Vicenza: ha accusato un affaticamento muscolare e non vogliamo rischiarlo dall’inizio, ma se ci sarà bisogno potrà essere utilizzato a partita in corso”.

Centrocampo a mezzo servizio – “In mezzo sono contato con i soli Laribi, Pezzella, Muratore e Radrezza a disposizione. Davanti ho tre attaccanti. Sono abbastanza obbligato nelle scelte. Vediamo cosa succede durante la rifinitura”.

L’innesto di Laribi – “Può giocare in un centrocampo a tre come trequartista o mezzala. Noi vorremmo che giocasse da mezzala per alzare la qualità tecnica della squadra poichè può coesistere tranquillamente con Radrezza. Per domani è a disposizione, vedremo se partirà dall’inizio e quale minutaggio potrà avere”

Il modulo della Reggiana – “Dipende sempre dai giocatori a disposizione. Il 3-5-2 o il 4-3-1-2 per me sono dei prefissi di telefono e lo dico perchè il calcio moderno è dinamico, si attacca in una maniera e si difende in un’altra. Con la rosa che ho a disposizione, non appena recupereremo tutti gli infortunati, potremo gestire le cose cambiando modo di giocare con naturalezza”.

Che Pisa si aspetta Alvini – “Per me è una squadra forte che si è rinforzata, anche a livello societario. Pisa è una piazza che vive di passione come Reggio, i tifosi sono innamorati della squadra e la trascinano sempre e da toscano sarà un grande piacere andare all’Arena Garibaldi. Sicuramente i nerazzurri possono puntare ai playoff, però la Reggiana domani scenderà in campo cercando di fare la partita con le sue idee”.

Il confronto tra le due squadre – “In 18 partite abbiamo fatto 18 punti, loro 23 con una gara ancora da recuperare. Tra noi e loro ci sono obiettivi diversi. Penso che domani assisteremo ad una partita piacevole e intensa”.

Leggi anche -> Pisa, D’Angelo: “Reggiana pericolosa, serve grande forza mentale”

La differenza tra la C e la B – “In estate siamo stati promossi senza averlo programmato, dando fiducia al gruppo di giocatori che ci ha portato dove siamo ora. La Serie B in alcuni momenti ci ha guardato in faccia creando dei grossi problemi e adesso stiamo facendo di tutto per mantenere la categoria. Ringrazio la società per gli sforzi importanti sul mercato. Nonostante tutte le difficoltà incontrate, siamo ad un punto dalla salvezza con una partita persa a tavolino a Salerno”.

Un gioco di qualità – “Abbiamo voluto aumentare la qualità del palleggio inserendo giocatori dal tasso tecnico più elevato, abituati a disputare un campionato difficile come la Serie B. Non essere riusciti a fare un mercato all’altezza della categoria all’inizio della stagione è stato un nostro deficit, ora abbiamo più soluzioni a disposizione”.

Leggi anche -> La Reggiana movimenta il mercato: ecco il triplice colpo

Il mercato della Reggiana – “Posso solo dire che sono contento delle operazioni fatte da Doriano. Ci tengo inoltre a salutare Zanini, fresco papà per la seconda volta, perchè è stato un giocatore importante per la nostra crescita. Saluto anche Gatti che va a Catanzaro ma resta di nostra proprietà: in futuro lo rivedremo”.

Una settimana difficile – “Queste tre partite in una settimana sono un crocevia importante nel nostro percorso verso la salvezza, ma il nostro focus è unicamente sulla partita di domani”.