Cagliari, Di Francesco: “Col Sassuolo gara pesante. Rinnovo? Svelo tutto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:56
0

Il tecnico abruzzese ammette che le cose potrebbero cambiare sul campo. Di Francesco commenta il rinnovo firmato con il Cagliari: “Spero possa portare risultati”.

di francesco cagliari
Eusebio Di Francesco – meteoweek.com (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Eusebio Di Francesco, pur in una situazione pericolante, non riesce a perdere la determinazione e la voglia di ottenere risultati. Soprattutto in una settimana importante per il tecnico, che si è visto rinnovare il contratto che lo lega al Cagliari. Erano in molti a scommettere sul suo esonero dopo la sconfitta patita domenica scorsa, a Marassi contro il Genoa. Ma alla fine il presidente Tommaso Giulini ha deciso di puntare ancora sul tecnico ex Roma. Ecco allora che il Cagliari ha potuto preparare in totale serenità la sfida interna contro il Sassuolo.

Nella consueta conferenza stampa pre-partita, Di Francesco ha risposto proprio alle domande inevitabili sul rinnovo. Il tecnico della compagine sarda ha svelato a quando risale la proposta fatta dal patron Giulini, a dispetto dei risultati negativi. “Il rinnovo è avvenuto prima della gara di Genova – ha ammesso – . Non posso che esserne orgoglioso, speriamo che porti risultati importanti. Oltre a qualsiasi discorso contrattuale. Il presidente Giulini è sempre stato presente per la squadra. Con la società ci confrontiamo quotidianamente“.

Si passa poi alle scelte che verranno effettuate in vista della gara contro il Sassuolo. Una partita fondamentale per il Cagliari, che non vince da diverse settimane e ha un bisogno disperato di punti: “Tutto è possibile, per le scelte di domani – ha detto in merito alla formazione – . C’è qualche giocatore che dovrò valutare nell’ultimo allenamento. Ma al di là degli interpreti conterà l’atteggiamento“. E sulla lotta per salvarsi, Di Francesco dice: “Giusto guardare la classifica lunedì, non oggi. Può mettere qualche pressione addosso il terzultimo posto, però aumenta soprattutto la responsabilità“.

Leggi anche -> Cagliari, Di Francesco: “orgoglioso del rinnovo, ora invertiamo il trend”

Di Francesco lancia anche una mezza frecciata alla stampa, in sede di presentazione del match della ‘Sardegna Arena’. Soprattutto per le tante pressioni messe addosso a una squadra in difficoltà: “La gara di domani pesa, la voglia di cambiare questo trend è grandissima. Però non bisogna farla pesare in maniera eccessiva“. Tra gli indiziati del momento negativo ci sono gli attaccanti, che non segnano più. Il tecnico prova a togliere un po’ di pressione anche a loro: “L’attacco non sta segnando, pur creando occasioni. Manca la cattiveria e non possiamo più permetterci di rimanere a digiuno. Non concretizzare è una macchia da lavar via con il lavoro e trasferendo fiducia ai miei giocatori, non solo agli attaccanti“.

Leggi anche -> Cagliari, visite mediche per Asamoah

Di Francesco è un ex della sfida, in quanto è stato il primo allenatore del Sassuolo nella storia in serie A. Il tecnico del Cagliari ha voluto ricordare il suo periodo in Emilia, dove ha plasmato in parte il progetto tecnico attuale. “Da tutte le esperienze della vita, come nel calcio, bisogna imparare dagli errori – ha detto – . A Sassuolo non conoscevamo la categoria, sono felice che oggi venga considerata una società modello, anche per il lavoro che ho fatto con i miei collaboratori all’epoca. Ci sono similitudini con quella squadra e il Cagliari di oggi“.

Si conclude parlando di mercato. Naturalmente Di Francesco si aspetta qualcosa in più, dopo l’arrivo del solo Nainggolan a fronte di alcune partenze, come quella di Pisacane verso Lecce. “Il fatto che possa arrivare qualcuno è risaputo, o che ci possano essere chiacchiere attorno ai giocatori. Mi appello alla professionalità dei giocatori“, ha detto Di Francesco. Il Cagliari non potrà contare ancora su Klavan, mentre non verrà convocato Ounas che è diretto a Crotone.