Cittadella, Venturato: “Cremonese rinfrescata, miglioriamo gli ultimi 30 metri”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:52

Il tecnico del Cittadella, Roberto Venturato, non nasconde di essere ancora molto legato alla Cremonese che cercherà di battere il 31 gennaio. Gli avversari si presentano come un’incognita dopo gli ultimi acquisti sul mercato, ma i Granata dovranno cercare comunque di migliorare sè stessi, soprattutto nel reparto offensivo.

Cittadella, l'allenatore Roberto Venturato in conferenza stampa (foto © Cittadella)
Cittadella, l’allenatore Roberto Venturato in conferenza stampa (foto © A.S. Cittadella 1973)

Nella conferenza stampa di presentazione della gara Cittadella-Cremonese del 31 gennaio, il tecnico Granata Roberto Venturato riparte dalle ultime prestazioni, non proprio convincenti. Nelle ultime due gare, infatti, il Cittadella ha portato a casa due sconfitte con il Venezia ed il Chievo Verona.

Venturato ricostruisce: “Le aspettative delle ultime due partite erano diverse, è importante non dare per scontato niente. Dobbiamo essere bravi a interpretare la sfida, avendo grande rispetto di ogni avversario. Siamo stati in grado di costruire cose importanti fin’ora, ma i nostri obiettivi dobbiamo continuare a costruirceli partita dopo partita“.

Cittadella, Venturato: “Attenzione alla Cremonese dopo il mercato”

Venturato intravede la minaccia di un’avversaria tatticamente imprevedibile, anche grazie agli acquisti sul mercato: “La Cremonese ha cambiato allenatore e giocatori, si è data una rinfrescata. Dobbiamo avere la consapevolezza dei nostri mezzi e rispetto per un avversario che ha fatto meno bene di quanto ci si aspettava nel girone d’andata, ma adesso ha cambiato marcia“.


Leggi anche:

Ecco cosa deve fare il Cittadella: “Negli ultimi 25-30 metri dobbiamo avere la capacità di migliorarci. Fino a questo momento siamo stati bravi a coinvolgere tutta la squadra, compresi gli attaccanti. Dobbiamo riuscire ad esprimere meglio le proprie potenzialità, dobbiamo mettere insieme diversi fattori e aspettare di ritrovare tutti i nostri giocatori al massimo delle condizione“.

Al Cittadella, abiutato a giocare ogni anno i playoff, non piace scivolare in basso in Serie B. Venturato spiega: C’è grande equilibrio in campionato e magari in questo momento comincia a vedersi un Empoli in grado di andare in fuga. Sto pensando alla formazione di domani. Baldini ha fatto bene. Deciderò domani mattina, ci aspetta una partita importante e difficile“.

Venturato: “Ricordo con piacere quando allenavo la Cremonese”

Fra le prime esperienze che Roberto Venturato ha fatto come tecnico, ci sono quelle alla Cremonese. Dopo 5 anni al Pizzighettone, dal 2007 al 2009 diventò prima vice-allenatore sotto Emiliano Mondonico e Ivo Iaconi e poi ricoprì il ruolo di allenatore per ben 48 partite.

Venturato non nasconde di avere molto affetto per la Cremonese che cercherà di battere domani: “Ai colori grigiorossi sono molto legato ancora dopo tanti anni, è la squadra della città dove vivo e non mi è indifferente assolutamente. Il ricordo più bello di Cremona è quando sfiorammo la Serie B con una squadra particolarmente giovane“.