Lecce, Corini: “Pari giusto, contento della prestazione. Testa all’Ascoli”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:25
0

Un solo punto per il Lecce nella 20esima giornata di Serie B. I giallorossi, impegnato in casa del Pordenone, erano andati in vantaggio grazie a Coda, ma si sono fatti agguantare sul pari. Il tecnico Eugenio Corini ne ha parlato in conferenza stampa.

corini
Eugenio Corini, allenatore del Lecce (Photo/Getty Images)

La gara tra PordenoneLecce, valida per la ventesima giornata del campionato di Serie B, è terminata sul risultato di 1-1. Un pari che muove poco la classifica, ma che dona entusiasmo a entrambe le squadre. I giallorossi, tuttavia, hanno qualche rimpianto. Soltanto dopo quattordici minuti dal fischio di inizio erano andati avanti grazie al ritrovato Coda. Un vantaggio che però è durato pochissimo. Dopo poco più di cinque minuti, infatti, i padroni di casa hanno agguantato il pareggio. Nella restante parte della gara, nonostante qualche sprint interessante, le due compagini non sono riuscite a sbloccare nuovamente il punteggio, probabilmente anche per il timore di esporsi troppo ed andare sotto. L’appuntamento con la vittoria per i salentini è dunque nuovamente rimandato. Nel prossimo turno affronteranno l’Ascoli, che milita nei bassifondi della classifica.

Leggi anche -> Pordenone-Lecce 1-1: Sblocca Coda, aggancia Musiolik. Tabellino e classifica

Corini nel post-gara

Eugenio Corini, intervenuto in conferenza stampa al termine della gara, si è detto soddisfatto della prestazione della sua squadra: “E’ stata una partita ben giocata, dove le due squadre hanno provato a superarsi fino all’ultimo secondo. Ci abbiamo provato, abbiamo approcciato bene alla gara e poi una volta subito il pari, negli ultimi 10-15 minuti del primo tempo la gara si è riequilibrata. Nel secondo tempo abbiamo provato a spingere e peccato che non sia arrivata la vittoria. In campo percepivo due squadre che volevano vincere la partita. C’era voglia di sfruttare le ultime occasioni. Se avessimo sfruttato al meglio il palo di Mancosu l’avremmo portata a casa, peccato. Sarebbe stata la situazione giusta per passare in vantaggio e fare nostra la gara. La partita era equilibrata, ma gli attacchi avevano voglia di andare in gol, di conseguenza chi sarebbe passato in vantaggio nella ripresa avrebbe avuto grandi chance di prendersi i tre punti”.

E sull’integrazione dei nuovi arrivati: “Pisacane, Hjulmand e Nikolov sono ragazzi bravi, che hanno attitudine. Sicuramente sto facendo un corso accelerato a loro, lo stress della partita è elevato e loro hanno fatto due settimane vere di lavoro con noi. Stanno facendo bene e sono felice della loro prestazione”. Adesso il Lecce dovrà affrontare due gare casalinghe consecutive, contro Ascoli e Brescia: “Le prossime dieci partite, nove dopo questa, ci diranno che tipo di campionato dovremo fare. Dobbiamo sfruttare l’occasione di venerdì con l’Ascoli, c’è tanta voglia di vincere in casa e metteremo tutte le energie possibili. Oggi — conclude Corini  abbiamo mosso la classifica con un punto importante e, valutando complessivamente la partita, credo che il pari sia stato un risultato giusto”.

Leggi anche -> Lecce, ore di attesa per Adjapong: si teme infortunio molto serio

Coda: “Basta passi falsi”

Massimo Coda ha ritrovato la via del gol tra le mura dello Stadio Guido Teghil, ma avrebbe voluto che esso servisse a regalare ai suoi la vittoria. “Avevamo iniziato bene la partita con un buon possesso palla, poi però sono riusciti a trovare il pareggio dopo pochi minuti, alla fine hanno avuto anche la possibilità di vincerla, ma le squadre di Tesser sono così lottano fino all’ultimo minuto di gioco con grande intensità. Per conquistare la Serie A serve necessariamente continuare ad alzare il livello, non possiamo permetterci passi falsi rispetto all’andata, soprattutto in casa. Ora abbiamo due impegni consecutivi al Via del Mare e dobbiamo provare a trovare i punti per ricucire il distacco con le prime”. E sulla rete: “Solitamente faccio meglio nel girone d’andata, vorrei battere il mio record di gol in una sola stagione in Serie B, sto bene e ho intorno a me una squadra che mi aiuta a trovare la via del gol”.