Pordenone, Tesser: “Bella reazione, peccato per occasione finale. Continuiamo così”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:42
0

Un punto a testa per Pordenone e Lecce nella 20esima giornata di Serie B. Lo scontro diretto in zona play-off è infatti terminato sul punteggio di 1-1. I neroverdi conquistano il sesto risultato utile consecutivo, ma resta qualche rimpianto. Il tecnico Attilio Tesser ne ha parlato al termine del match.

tesser
Attilio Tesser, allenatore del Pordenone (Photo/Getty Images)

Il Pordenone può dirsi soddisfatto per avere conquistato un punto nello scontro diretto contro il Lecce. I neroverdi erano andati sotto ad un quarto d’ora dal fischio di inizio, ma pochi minuti dopo sono riusciti a riportare il punteggio sul pari grazie a una rete di Musiolik. Proprio quest’ultimo nei minuti di recupero ha anche sfiorato il gol della vittoria. Un risultato che muove poco la classifica ma che regala ottimismo ai friulani, che arrivano al sesto utile consecutivo. Nella prossima giornata la squadra di Attilio Tesser sarà impegnata tra le mura amiche contro il Vicenza con l’obiettivo di blindare la zona play-off.

Leggi anche -> Pordenone-Lecce 1-1: Sblocca Coda, aggancia Musiolik. Tabellino e classifica

Tesser nel post-gara

Attilio Tesser, intervenuto in conferenza stampa al termine del match, ha commentato la prestazione della sua squadra: “Abbiamo reagito e trovato il gol, con un netto predominio nostro nel primo tempo. Nel secondo tempo loro hanno preso un palo, ma noi abbiamo avuto un’occasione clamorosa nel finale. Dopo aver preso il gol, abbiamo concesso pochissimo, il resto io credo abbiamo fatto un’ottima partita. Peccato non aver sfruttato l’ultima occasione, non era semplice. A Butic e a Musiolik avevo chiesto di stare vicino. Seba fa un po’ fatica per la lingua, ma sta lavorando molto, spero che si ambienti ancora di più. Il girone di ritorno è iniziato come quello d’andata“.

Leggi anche -> Lecce, Corini: “Pari giusto, contento della prestazione. Testa all’Ascoli”

E sul prossimo impegno di campionato: “Adesso — conclude Tesser ci aspetta il Vicenza, una squadra tignosa e non facile da affrontare. Serve più lo spirito di gruppo che di squadra. Quello di gruppo significa farsi trovare sempre pronti quando si viene chiamati. Continuiamo a lavorare duro e otterremo i risultati che stiamo perseguendo“.