Roma, Fonseca “Basta speculazioni”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:43
0

Fonseca: “Basta speculazioni” – Alla vigilia della gara contro l’Hellas Verona, mister Fonseca parla in conferenza stampa. Rimandate al mittente tutte le domande sul caso che ancora agita le acque in società.

"Basta speculazioni su Dzeko"
Fonseca non intende più commentare l’affaire Dzeko (by Getty Images)

Fonseca su Dzeko “Basta speculazioni”

Uno sguardo all’infermeria. Mirante e Mkhitaryan torneranno titolari? “Mirante no, Mkhitaryan sì”.

Quando si normalizzerà la questione Dzeko? “Non ne parlo, pensiamo alla partita di domani”

Il capitano da adesso a fine stagione sarà Lorenzo Pellegrini? “Come ho detto, anche di questo argomento non è il momento di parlare. Pensiamo al Verona”

Lei è pronto a confrontarsi con Dzeko per trovare una soluzione per farlo giocare?
“Ci sono state tante speculazioni in questa settimana alle quali non voglio contribuire continuando a parlarne. Bisogna pensare alla partita, sarà importante vincere. Il Verona è una grande squadra”.

Come ha vissuto la squadra la vicenda Dzeko? “Parlano i fatti, vedete la gara con lo Spezia. Non c’è bisogno che ne parli io, basta vedere come si è mossa la squadra in campo”

L’arrivo di El Shaarawy potrebbe far partire Carles Perez? Come mai lo spagnolo non riesce ancora a esprimersi al meglio?
“Non possiamo dimenticare che Perez è un giovane in crescita, sta lavorando, ha giocato bene e crediamo in lui. Deve continuare a lavorare così”.

Ad oggi Mayoral sarebbe in ogni caso il titolare?
Sono molto soddisfatto del suo rendimento, sta giocando bene e sta lavorando bene per la squadra. Vale quanto detto per Perez, sono giovani ed entrambi da poco arrivati in Italia. E’ difficile per un giovane come lui avere questi numeri, ma è in un buon momento.

Cosa può aggiungere El Shaarawy alla Roma? Ha sempre fatto l’esterno, quindi può adattarsi al vostro sistema?
Sì, ne sono sicuro. El Shaarawy conosce bene il calcio italiano ed è importante. Ha caratteristiche che possono aiutare la squadra. Ha tanta voglia di tornare alla Roma, è importante che l’allenatore senta questa voglia quando parla con un giocatore. Lui ama la Roma.

E’ una possibilità quella di vedere Kumbulla dal 1′?
“E’ una possibilità”.

La Roma ha cinque diffidati. Questo aspetto potrebbe influenzare le sue scelte per domani?
“No. Siamo tutti pronti per giocarcela domani. Poi penseremo alla Juventus.

LEGGI ANCHE -> Conte concentrato sul Benevento: “Dzeko? Non parlo”

LEGGI ANCHE -> Verona, Juric sulla Roma “Siete fuori di testa”

Sugli avversari di domani

Il Verona ha la miglior difesa del campionato ma in realtà concede tanto. Come legge questo dato? Hanno forse un grande portiere? “Certi numeri non sono da attribuire mai alle caratteristiche di un singolo. La realtà ci dice che il Verona è la squadra migliore a difendere, hanno un modo diverso di farlo, ma sono una squadra molto forte. Marcano a uomo e in questo modo sono molto forti e non lasciano giocare le altre squadre”.

Il Verona esaspera la pressione sull’uomo, come Atalanta, Leeds e Lipsia. Stiamo andando verso un calcio di reazione?
“Dobbiamo capire come gioca il Verona. Non ci sono molte squadre che giocano così in Europa, ma loro lo fanno molto bene. Juric è un tecnico molto capace ed i suoi giocatori credono nelle sue idee. Il Verona è una squadra molto forte”.

Il Verona si comporta bene con le big.
E’ facile capire il perché dei loro risultati. Hanno fatto sempre bene contro le grandi: tutte le squadre migliori hanno l’intenzione chiara di giocare e avere la palla. Contro il Verona è difficile fare quel tipo di gioco ed è anche difficile cambiare atteggiamento in poco tempo. Dovremo essere bravi a farlo, se servirà.