Crotone, Stroppa: “Responsabilità mia, partita più brutta della stagione”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:17
0

Il Crotone ha incassato l’ennesima sconfitta. Gli Squali, nella 20a giornata di Serie A, sono stati battuti tra le mura amiche dello Stadio Ezio Scida dal Genoa. Restano dunque in coda alla classifica. Il tecnico Giovanni Stroppa ne ha parlato in conferenza stampa al termine del match.

stroppa
Giovanni Stroppa, allenatore del Crotone (Photo/Getty Images)

Il Crotone sempre più giù. Gli Squali, nella ventesima giornata del campionato di Serie A, sono stati sconfitti nello scontro diretto contro il Genoa. La squadra di Giovanni Stroppa, impegnata tra le mura amiche, non è riuscita a reagire di fronte alle reti di Destro Czyborra. Il risultato finale è stato di 0-3. Si tratta del terzo ko consecutivo per i rossoblù, che restano all’ultimo posto della classifica con soltanto 12 punti. Il calendario, inoltre, non sorride ai calabresi. Nel prossimo turno infatti affronteranno la capolista Milan a San Siro e successivamente Sassuolo Juventus. Il momento appare buio.

Leggi anche -> Crotone-Genoa 0-3: Squali ancora ko, Destro fa doppietta. Tabellino, classifica e highlights

Stroppa nel post-gara

Giovanni Stroppa, intervenuto in conferenza stampa al termine della gara casalinga, ha commentato la prestazione dei suoi: “La fotografia della squadra è nei gol presi, apprezzo il gesto di Cordaz nel parlare ma la responsabilità è mia. Da quando sono qui non è mai stata fatta una partita così brutta, si possono sbagliare delle cose tecniche ma non l’approccio. Veramente è un peccato aver fatto una prestazione del genere“.

Leggi anche -> Genoa, Ballardini: “Vittoria meritata, non era facile. Ci sarà da lottare”

Le dichiarazioni di Cordaz

L’estremo difensore e capitano Alex Cordaz, intervenuto al termine del match ai microfoni di Sky Sport, non ha nascosto l’amarezza per l’ennesima sconfitta: “Oggi non è stata giornata, abbiamo approcciato la partita in maniera scolastica senza fare nostri gli episodi che ci hanno condannato. Dobbiamo voltare subito pagina e cercare una reazione domenica prossima. Sapevamo l’importanza dell’incontro di oggi, forse caricato troppo, conosco bene la mia squadra e siamo diversi da quelli di oggi. Diventano determinanti le prossime partite, non possiamo più sbagliare perché il nostro percorso è in salita. Adesso pronti alla battaglia per Milano“.

E sulla possibilità che Ounas accetti l’offerta del Crotone: “Mi viene da ridere pensare che i calciatori non vogliono venire a Crotone, la società decide chi deve venire e chi no. Di Carmine è venuto con grande entusiasmo, siamo una squadra di Serie A. Dei ragazzi che tentennano per venire qui li lascio alle altre società, altrimenti stanno a scaldare le panchine“.