Spezia, mister Italiano: “Siamo stati ingenui”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:45
0

Il tecnico dello Spezia, Vincenzo Italiano ha commentato la sconfitta subita in casa. Finisce 0-1 al Picco per l’Udinese. Liguri che restano a 18 punti, la zona retrocessione è a un passo. Scopri le sue parole.

Il tecnico dello Spezia ( via Twitter uff Spezia Calcio)

Sconfitta che sa di beffa per mister Italiano. Spezia-Udinese finisce 0-1 al “Picco”. Seconda sconfitta consecutiva e zona retrocessione pericolosamente vicina. I liguri hanno giocato un buon primo tempo, ma hanno regalato un rigore ai friulani. Rammarico per non aver sfruttato l’espulsione di De Paul nel secondo tempo. Il tecnico delle aquile è intervenuto ai microfoni SkySport dopo la gara. Scopri le sue dichiarazioni.

LEGGI ANCHE ->Spezia-Udinese 0-1: sintesi, tabellino e classifica aggiornata

LEGGI ANCHE-> Udinese, Luca Gotti: “Abbiamo sfruttato le nostre qualità”

Le parole di Italiano

Si parte dall’analisi della gara:“Non è facile per una squadra come la nostra preparare una partita così importante, contro una squadra così difficile da affrontare come l’Udinese, in un solo allenamento. Penso che però la partita l’abbiamo affrontata bene, è stata una partita equilibrata decisa da un errore sul calcio di rigore, che potevamo evitare.

E’ mancata la reazione? “Abbiamo fatto di tutto per raddrizzarla, abbiamo avuto tanti presupposti per fare gol ma non siamo stati incisivi e non siamo stati bravi a concludere quando siamo stati in superiorità numerica. Penso che l’atteggiamento sia stato giusto, mi dispiace averla persa perchè un punticino potevamo portarlo a casa però ripartiamo, perché l’atteggiamento mi è piaciuto e i ragazzi si sono sacrificati tutti, hanno battagliato e la strada è ancora lunga”.

Hanno pesato le assenze? “Arrivare alla fine in superiorità numerica è stato importante, poi un po’ troppo ingenuo Saponara. Era difficile superare l’Udinese e trovare spazi. Non mi piace parlare degli assenti, sono convinto che anche con quelli a disposizione potevamo portare a casa il risultato. Quando rientreranno, avremo più qualità a disposizione. Ma Agudelo da attaccante centrale ha fatto bene: è veloce, rapido e aggressivo. Non rimprovero nulla ai ragazzi”.

Come vive la squadra il cambio di proprietà? “E’ venuto fuori oggi, io e la squadra non sapevamo nulla ma non ci ha toccato: siamo all’oscuro di tutto, non sappiamo nulla”.

LEGGI ANCHE ->Cutrone riparte dalla Liga: l’attaccante in prestito al Valencia