Atalanta, Kovalenko: “Malinovskyi mi ha convinto a venire qui”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:41
0

Il nuovo acquisto dell’Atalanta, il trequartista Viktor Kovalenko, ha raccontato di aver accettato il trasferimento dallo Shakhtar Donetsk soprattutto grazie ai consigli del connazionale Ruslan Malinovskyi, che gli avrebbe parlato bene della squadra e dell’Italia.

Atalanta,il trequartista Viktor Kovalenko firma il contratto di cessione dallo Shakhtar Donetsk, 1 febbraio 2021 (foto © Atalanta Bergamasca Calcio)
Atalanta,il trequartista Viktor Kovalenko firma il contratto di cessione dallo Shakhtar Donetsk, 1 febbraio 2021 (foto © Atalanta Bergamasca Calcio)

Come già successo ad Achraf Hakimi prima di firmare con l’Inter, anche Viktor Kovalenko ha raccontato di aver accettato il trasferimento dallo Shakhtar Donetsk perchè avrebbe parlato con un giocatore dell’Atalanta. Come successo per il numero 2 della squadra di Antonio Conte, che si era consultato più volte con Borja Mayoral, anche Kovalenko si sarebbe messo in contatto con Ruslan Malinovskyi. I due giocatori, come Hakimi e Mayoral, condividerebbero la stessa agenzia, la ProStar Football Agency.

Kovalenko ha raccontato nella sua prima intervista rilasciata all’Atalanta: “Io e Malina ci siamo parlati spesso riguardo all’Atalanta, già diverso tempo fa. Mi ha anche parlato in generale di come si vive qui in Italia: mi ha detto solo cose positive. Mi ha convinto“. Ecco Kovalenko che posa con i suoi agenti ed il nuovo compagno Malinovskyi il giorno dell’arrivo a Bergamo, il 31 gennaio:

Così si è presentato Kovalenko subito dopo la firma del contratto: “Sono una persona grata alla vita, sono estroverso e sempre sorridente. Il calcio è la mia vita, è un sogno che si sta realizzando. Per me è tutto. Sarà l’allenatore a decidere che tipo di giocatore sono e cosa posso fare in squadra“. Quando gli si chiede cosa ricorda delle due partite fra Atalanta e Shakhtar Donetsk in cui ha preso parte, risponde: “Certo, me le ricordo entrambe. Il primo lo ha vinto lo Shakhtar, il secondo l’Atalanta“.


Leggi anche:

Kovalenko ha anche confermato di aver atteso a lungo il momento del suo arrivo all’Atalanta, e di essere contento che il trasferimento sia stato anticipato di sei mesi. Ecco le parole del giocatore: “Non vedevo l’ora di arrivare qui. Bergamo è una bella città, è tranquilla. Sono felice di essere qui e di passare il mio primo compleanno in Italia il prossimo 14 febbraio“.  Il trequartista ucraino avrà la possibilità di festeggiare sul campo, dal momento che quel giorno l’Atalanta sarà in trasferta a Cagliari.

>>> CLICCA QUI per leggere tutte le notizie riguardanti l’Atalanta.