Conte: “Due regali. Ma abbiamo messo alle corde la Juve”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:35
0

Antonio Conte è deluso per gli errori difensivi dell’Inter ma è contento per la prestazione dei suoi ragazzi. Il commento del tecnico nerazzurro a fine gara: “Abbiamo fatto due regali ma abbiamo messo alle corde la Juventus. Dobbiamo essere più cinici sotto porta”

Sconfitta casalinga per l’Inter di Antonio Conte nella gara di andata della semifinale di Coppa Italia contro la Juve (foto Getty Images)

Inter battuta a San Siro dalla Juventus nella gara di andata della semifinale di Coppa Italia giocata stasera a San Siro. Nerazzurri in vantaggio in avvio con Lautaro, poi è arrivata la doppietta di Cristiano Ronaldo a ribaltare il risultato.

Conte: “Due regali. Ma abbiamo messo alle corde la Juve”

Il tecnico salentino ha comunque apprezzato la prestazione della squadra: ecco le sue dichiarazioni rilasciate alla Rai dopo il match.

“Sinceramente se vado ad analizzare la partita, nel primo tempo abbiamo fatto due regali. La partita l’abbiamo fatta tutta noi. La Juve non ci ha messo tanto del suo per fare gol. Commesse due grosse ingenuità, hanno permesso alla Juve il 2-1. Per il resto c’è stata un’ottima prestazione da parte della squadra. Abbiamo creato ancora tanto, dobbiamo essere più bravi e cinici a realizzare. Con squadre così forti devi realizzare. Altrimenti parli di un risultato negativo, ma la prestazione è stata ottima, abbiamo messo alle corde la Juventus. E dispiace, perché meritavamo molto, ma molto, ma molto di più”.

“La squadra ha fornit0 una buonissima prestazione. Due infortuni grossi da parte nostra e ciò ha permesso alla Juve di vincere la partita. Non abbiamo concretizzato situazioni clamorose, spiegano il risultato. Non ci attacchiamo agli assenti, chi è sceso in campo ha fatto il suo dovere, in maniera piena. Ora bisogna preparare questa sfida di campionato tosta, contro la Fiorentina”.

La reazione stizzita di Vidal dopo il cambio

Conte bacchetta Arturo Vidal per la reazione stizzita quando è stato richiamato in panchina per lasciare il posto ad Eriksen.

“Non guardo le reazioni dei calciatori. Se la sostituzione non gli sta bene gli deve stare bene e basta. Io guardo al bene della squadra”, ha detto Conte.

Conte: “A Torino non sarà una passeggiata”

Tra sette giorni a Torino all’Inter servirà una vera e propria impresa per ribaltare l’1-2 di San Siro.

“Inevitabile che dopo un 2-1 in casa devi vincere con 2 gol di scarto. Non sarà una passeggiata. Affrontiamo una squadra forte, non l’ultima della classe. Adesso pensiamo al campionato, tra due giorni a Firenze. Poi prepareremo il ritorno”.

Su Lukaku

“Il ragazzo è sereno, tranquillo. E’ perbene, si è sempre comportato nella giusta maniera e non si permetterebbe mai di offendere nessuno. Un ragazzo davvero bravo e perbene, tutto quello che sta accadendo intorno a un certo punto bisognerebbe essere più sereni. Cercare di andare oltre. Capisco anche che fa notizie e le notizie servono a creare chiacchiera. Poi bisogna dire basta. Le assenze? Sono due giocatori importanti per noi. Ribadisco il concetto e il pensiero espresso prima.

LEGGI ANCHE —> Inter-Juventus 1-2 | Tabellino | Cronaca della partita | Pagelle | Highlights

LEGGI ANCHE —> Ronaldo regala la semifinale di andata alla Juve