Sampdoria, muro per Jankto, quanti “no” nel mercato di gennaio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:01

Jakub Jankto è stato il giocatore della Sampdoria più corteggiato durante il mercato di gennaio, ma tutte le richieste sono state rispedite al mittente.

Sampdoria Jankto
Il centrocampista di 25 anni della Sampdoria, Jakub Jankto (Getty Images)

L’esterno ceco con Claudio Ranieri è rinato. La cura del tecnico romano ha permesso a Jankto di tornare ad essere l’esterno brillante che tutti avevano apprezzato a Udine. Già nella scorsa stagione si erano intravisti progressi importanti, ma è in questa che il ragazzo ha conquistato tutti anche grazie ai 4 gol e 3 assist in 18 gare. Numeri importanti che non spiegano tutto, l’esterno sulla sinistra sfreccia su e giù per il campo, aggiunge qualità certo, ma non disdegna per niente la lotta, aiutato anche dal gran fisico.

Jankto uomo mercato, tutti i “no” della Sampdoria

Per tutti questi motivi gennaio è stato un mese caldo per Jankto. La Sampdoria, che lo aveva pagato due anni fa quasi 15 milioni di euro, non aveva in realtà posto nessun veto ad una cessione, ma la condizione di base è sempre stata quella di mettere a segno una plusvalenza. Ed è proprio qui che è nato il problema principale. Il mondo del calcio in questo momento ha problemi di liquidità e quasi nessuno ha investito denaro fresco nelle trattative invernali.

Per Jankto si sono fatti sotto i turchi del Trabzonspor che lo volevano in prestito, ma hanno ricevuto il secco “no” sia della Samp che del giocatore. Ci ha provato anche una squadra inglese, ma la risposta è stata la stessa. Tutto sembrava essere finito fino a ieri pomeriggio quando a farsi sotto è stato il Parma. Gli emiliani hanno proposto un prestito fino a fine stagione con riscatto fissato a otto milioni. Troppo poco per i blucerchiati che, tra l’altro, non avrebbero poi avuto il tempo di sostituire il ceco.

Futuro in Germania per Jankto?

Le porte del mercato si sono chiuse ieri e Jankto è rimasto a Genova come da volontà del giocatore. Ora l’esterno dovrà riprendersi il posto in squadra, non gioca da due partite anche a causa del passaggio al 4-3-1-2, e continuare a crescere in attesa di altri corteggiatori. Durante la prossima estate le sirene torneranno a cantare, con un cifra sopra ai 15 milioni la cessione potrebbe anche essere accordata dalla Sampdoria, e il giocatore avrebbe già una preferenza: giocare in Germania.