LR Vicenza, Di Carlo “Da adesso possiamo solo migliorare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:59

Di Carlo “Da adesso possiamo solo migliorare” – Conferenza stampa pre partita di Mimmo Di Carlo valevole per la ventunesima giornata di Serie Bkt. I veneti saranno di scena al Teghil contro il Pordenone. Il tecnico è soddisfatto delle operazioni di mercato. Kick off domani alle 18.00.

"Da adesso possiamo solo migliorare"
Il tecnico vicentino ottimista per il girone di ritorno (credit Foto S. Sartore)

Un giudizio sul mercato…“E’ sempre difficile fare affari a gennaio. Devo comunque ringraziare la società perché tutti quelli che sono arrivati, erano nostri obiettivi. Tutti e 3 aumenteranno la qualità della squadra.

Lanzafame come sta? “Sta bene, si è allenato da solo finora, si è integrato benissimo. Sostituirà Marotta, ha esperienza e ci aiuterà. Ancora non ha provato con il gruppo, dovrà fare un paio di settimane con la squadra. E’ comunque fisicamente pronto.

Davanti quindi il Vicenza sta a posto adesso? “Beh, adesso siamo in 5 davanti. Con Lanzafame abbiamo innalzato il livello tecnico”.

Passiamo al calcio giocato, domani il Vicenza ha 2 squalificati…“Sì, ma il gruppo sta bene, ha voglia di migliorarsi, quindi sono ottimista. Lo vedo dagli allenamenti: si sono alzati i ritmi e, di conseguenza, l’entusiasmo. Voglio dirlo a tutti, abbiamo bisogno di essere sostenuti. Rigoni è squalificato, sarà sostituito da Pontisso. Longo potrebbe giocare domani, ma ripeto, è il gruppo che mi pare in ripresa e pieno di entusiasmo. Vogliamo far meglio dell’andata. Abbiamo 18 partite per dimostrarlo”.

Come si batte il Pordenone? “Con la squadra, chi prende più seconde palle, avrà la meglio”

LEGGI ANCHE -> Pordenone, Tesser “Sarà una battaglia”

Loro non hanno Diaw…un pezzo da novanta “Se giochi di squadra e manca un giocatore, non è un problema. Quando ne mancano 13 è un problema…non uno. Loro sono squadra, per cui non è un fatto di singoli”

Il Pordenone ha una delle migliori difese…“Torniamo indietro di due mesi, quando mi dicevate che prendevamo troppi gol…adesso che abbiamo sistemato le cose dietro, occorre lavorare per garantire maggior prolificità all’attacco. Ci stiamo lavorando, occorre dar più supporto da dietro, per far sì che gli attaccanti arrivino maggiormente lucidi in zona gol”

Secondo te le concorrenti si sono rinforzate? “Ascoli e Pescara senza dubbio sì. Loro avevano necessità di rinforzi, a differenza nostra che dovevamo solo fare qualche ritocco, per cui il nostro mercato è stato calibrato in tal senso. Siamo una neopromossa, non siamo mai stati in zona retrocessione, abbiamo avuto grandi problemi con l’emergenza sanitaria…ma se recuperiamo tutti gli effettivi, da adesso possiamo solo migliorare”.

In tempi normali lo stadio sarebbe il termometro del clima attorno alla squadra. Adesso cosa avverte lei? “Noi dobbiamo salvarci. Inutile alimentare facili entusiasmi, senza che il volano lo facciamo partire con le prestazioni effettive sul campo. Stiamo bene, c’è fiducia, ma invito tutti a restare uniti ed a sostenerci. Poi capisco che gli ultras dopo Reggio Emilia siano rimasti delusi, ma contiamo di riprenderci i punti persi nel girone di ritorno”