Sassuolo, De Zerbi: “Raccolto meno di quanto meritiamo, stringiamo i denti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:40
0

Un’altra brutta sconfitta per il Sassuolo, che non riesce ad uscire dal momento negativo. I neroverdi sono stati battuti tra le mura amiche dallo Spezia nella 21a giornata di Serie A. Il tecnico Roberto De Zerbi ne ha parlato in conferenza stampa al termine del match.

de zerbi
La delusione di Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo (Photo/Getty Images)

Il Sassuolo ha incassato la quarta sconfitta nelle ultime sei gare. I neroverdi, dopo un girone di andata oltre le aspettative, non riescono adesso più a vincere. Nella ventunesima giornata di Serie A la squadra di Roberto De Zerbi è stata sconfitta dallo Spezia, che lotta per la salvezza, in rimonta. Il gol messo a segno da Caputo nel primo tempo, complice anche l’annullamento della rete di Djuricic per fuorigioco, non è stato sufficiente per regalare i tre punti ai padroni di casa. La zona Europa League per gli emiliani, che restano a quota 31 in classifica, ora è sempre più lontana. Nel prossimo turno, inoltre, dovranno affrontare il Crotone, un’altra compagine alla disperata ricerca di punti.

Leggi anche -> Sassuolo-Spezia 1-2: Gyasi beffa i neroverdi. Tabellino, classifica e highlights

De Zerbi al termine del match

Roberto De Zerbi, al termine del match casalingo conclusosi con l’ennesimo ko, ha commentato in conferenza stampa il momento negativo che la sua squadra sta vivendo: “Le partite con Spezia, Parma e Cagliari, senza considerare Juve, Atalanta e Lazio, sono state molto simili. Abbiamo sbagliato molti gol, abbiamo sbagliato gli ultimi passaggi perché abbiamo creato tanto e oggi abbiamo subito due gol su calci piazzati. I problemi li avevamo quando vincevamo ma io lo dicevo e forse voi eravate distratti ma io che faccio il tecnico dicevo già prima che avevamo tanti giocatori non in condizione, prima il risultato copriva un po’ tutto, ora che stanno venendo un po’ meno i risultati si cerca di capire quale sia il motivo e il motivo non esiste perché stiamo raccogliendo di meno di quanto visto sul campo“.

E sul battibecco con gli arbitri, che ha portato anche all’ammonizione dell’allenatore neroverde: “No, io sono sempre nervoso quando c’è il pallone di mezzo. Chi ha la passione, chi lo fa per passione mette un trasporto diverso e fin quando ho questo io farò questo lavoro, altrimenti se devo andare per passarmi la giornata non ho la capacità per poterci stare. C’è stata una discussione normale con il quarto uomo, tutto nella norma, si vede che ho oltrepassato l’area tecnica e mi hanno ammonito. L’arbitro non ha nulla a che vedere con la partita di oggi“.

Leggi anche -> Spezia, Italiano: “Vittoria importante, visto grande spirito di sacrificio”

Ai microfoni di Sky Sport, inoltre, ha aggiungo: “fastidio perdere una partita così perchè abbiamo preso gol evitabili. Le occasioni le abbiamo sbagliate per colpa nostra, in due o 3 situazioni si poteva servire il compagno libero e non l’abbiamo fatto. Dobbiamo accettare le sconfitte e ripartire, è un periodo un po’ così. Io so che quando non va bene a livello atletico o tecnico tattico bisogna lavorare di più. E che bisogna avere la condizione fisica per ambire a qualcosa di più. Non credo che la squadra sia vittima del narcisismo. Quando arriva la palla nella nostra area forse manchiamo in quello, ma nell’area avversaria è questione di decisioni da prender velocemente e non vedo egoismi particolari. Nel calcio, come nella vita, ci sono periodi felici dove fai 4 o 5 gol e altri in cui non ci riesci. Oggi uguale, avessimo segnato di più nessuno avrebbe avuto da ridire ma prendiamoci le critiche e ci facciamo un esame di coscienza qualora mancassimo in qualcosa. Il problema è che stiamo cercando di sorpassare un momento difficile da mesi, i risultati li abbiamo fatti stringendo i denti. Dobbiamo — conclude De Zerbi — continuare perchè ancora non c’è il sole“.