Benevento, Gaich scalda i motori per Bologna e cambia numero di maglia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:53

Adolfo Gaich è il colpo di mercato di gennaio del Benevento. I sanniti hanno acquistato la punta, ma ancora non hanno potuto utilizzarla.

Benevento Gaich
L’attaccante del Benevento Adolfo Gaich, 21 anni, ieri al Vigorito (Getty Images)

Colpa di un lungo corteggiamento che ha fatto slittare il suo arrivano negli ultimi giorni di gennaio e di un po’ di burocrazia da smaltire. Così il giovane attaccante argentino, ha solo 21 anni, ieri era sì al Vigorito ma solo come spettatore di Benevento-Sampdoria. I compagni li ha già conosciuti nei primi allenamenti della sua avventura italiana, ma li ha visti per la prima volta all’opera in una gara ufficiale proprio ieri. Di lui si parla un gran bene ormai da tempo anche se lo sbarco in Europa, in Russia, non è stato molto esaltante, 13 le presenze e nessun gol. Un dato, quest’ultimo, abbastanza strano per un bomber di razza capace di segnare 18 gol in 9 gare nell’Under 20 dell’Argentina e 7 in 10 nell’Under 23.

LEGGI ANCHE: Benevento, arriva Gaich: è ufficiale

Il Benevento aspetta Adolfo Gaich

La Russia non ha quindi portato bene e così il gigante sudamericano, è alto oltre un metro e novanta, ha deciso di scegliere l’Italia. Il Benevento è stato il più rapido di tutti, ha battuto la concorrenza del Genoa e si è inserito sul giocatore proprio quando sembrava essere molto vicino all’Anversa. Ora Gaich è giallorosso e Inzaghi dovrebbe averlo a disposizione per Bologna. Ieri il tecnico ha abbassato la pressione sul giocatore, ammettendo che darà nuove soluzioni in attacco, ma ricordando a tutti che ha solo 21 anni e che quindi va lasciato tranquillo.

Nel frattempo il sito ottopagine.it, da sempre molto vicino alle vicende del Benevento, ha annunciato che il giocatore ha già cambiato numero di maglia. Appena arrivato in Campania aveva scelto il 23, ieri però ha cambiato idea chiedendo di avere il 7. Il perché, sempre secondo il sito, deriva dalla coreografia che ieri i tifosi hanno voluto dedicare, nonostante il Vigorito fosse vuoto, a Imbriani, capitano delle Streghe scomparso prematuramente nel 2013. Gaich ha chiesto informazioni e poi ha deciso di prendere il suo numero di maglia. Una bella responsabilità per il nuovo attaccante del Benevento a cui Inzaghi chiede i gol per continuare a viaggiare ben lontano dalla zona retrocessione.