Australian Open: Berrettini e Fognini avanzano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:37
0

Il ligure si sbarazza in tre set del francese Herbert: al secondo turno degli Australian Open sarà derby contro Caruso. Il numero 9 del seeding trova più difficoltà ma supera il sudafricano Anderson.

berrettini australian open
La grinta di Matteo Berrettini – meteoweek.com (Photo by PAUL CROCK/AFP via Getty Images)

Matteo Berrettini Fabio Fognini dimostrano di essersi messi alle spalle la delusione per la sconfitta in finale di Atp Cup. I due principali alfieri del tennis italiano al maschile superano lo scoglio del primo turno degli Australian Open 2021, vincendo entrambi in tre set le rispettive partite contro il francese Pierre-Hugues Herbert e il sudafricano Kevin Anderson. Due partite completamente diverse tra loro, sia per la caratura dei rispettivi avversari che per l’andamento del match, ma l’esito è stato uguale, ovvero la vittoria azzurra in tre set.

A chiudere per primo la sua pratica è stato Fabio Fognini, il quale ha dimostrato fin dall’inizio le sue intenzioni. Il giocatore ligure, numero 17 delle classifiche mondiali, ha al tempo stesso la necessità di prendere sempre più confidenza con i campi di Melbourne, ma senza sprecare troppe energie. Per questo motivo ha deciso di alzare i giri del suo motore fin da subito contro un avversario pericoloso come Herbert. Il transalpino ha però avuto ben poco da fare contro un Fognini in ottime condizioni, soprattutto mentali. Così, nel giro di poco meno di due ore è arrivata una bella vittoria, con il punteggio di 6-4 6-2 6-3 che dissipa i dubbi sullo stato di forma dell’azzurro. E al secondo turno ci sarà il derby contro Salvatore Caruso, con la prospettiva della sfida all’idolo locale de Minaur al turno seguente.

Leggi anche -> Australian Open: avanti Sonego e Caruso, fuori gli altri azzurri

La partita di Matteo Berrettini contro Kevin Anderson è stata invece molto più dura, per la caratura diversa di un avversario decisamente solido. Il sudafricano, come ci si poteva aspettare, ha giocato un grande primo set soprattutto con la sua arma migliore, ovvero il servizio. Il numero 10 delle classifiche mondiali ha provato a insinuare qualche dubbio nella mente del suo avversario, ma è servito un lungo tie-break per portare a casa il primo set. Nel secondo parziale c’è stato grande equilibrio, così ha perso chi ha sbagliato per primo, ovvero Anderson: dodicesimo game da dimenticare e 7-5 per Matteo. L’andamento lineare nel gioco dell’azzurro è la chiave anche per il terzo set, che vede un Anderson costretto sulla difensiva e si conclude in bellezza con Berrettini che conclude con il punteggio di 6-3. Al secondo turno l’azzurro affronterà il qualificato ceco Tomas Machac.

Leggi anche -> Australian Open: Sinner è stoico, ma vince Shapovalov

Australian Open, fuori la Cocciaretto

La seconda giornata di main draw agli Australian Open è stata segnata anche dalla sconfitta di Elisabetta Cocciaretto. La giovane tennista marchigiana è uscita in malo modo dalla sfida, sulla carta abbordabile, contro la tedesca Mona Barthel. Quest’ultima era entrata in tabellone grazie al ranking protetto e sembrava in difficoltà dopo il primo set perso con il punteggio di 6-3. La Cocciaretto però non è riuscita a dare continuità al suo gioco, facendosi imbrigliare dalla sua avversaria che ha saputo rimontarla con il 6-4 nel secondo set. Nel terzo e decisivo parziale, l’equilibrio è stato spezzato nel decimo game: alla prima vera occasione, la Barthel ha fatto quel punto in più che le ha regalato l’accesso al secondo turno.

Dunque l’Italia si presenta al secondo turno con Berrettini, Fognini, CarusoSonego tra gli uomini, e con ErraniGiorgi tra le donne.