Genoa, a Torino senza Badelj: Ballardini ha tre idee per sostituirlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:19
0

Il Genoa viaggia veloce verso la trasferta di sabato contro il Torino in cui mancherà Badelj per squalifica, Ballardini studia il piano B.

Genoa Badelj
Il centrocampista del Genoa Milan Badelj, 31 anni (Credits: Getty Images)

Per fortuna del tecnico arrivano buone notizie dall’infermeria che in questa settimane dovrebbe svuotarsi. Shomurodov, Masiello, Paleari e Pjaca, acciaccati e assenti con il Napoli, ritorneranno in tempo per la sfida in Piemonte. Buone anche le speranze di riavere, almeno tra i convocati, Zapata e Cassata. L’unico dubbio di formazione riguarderà quindi il centrocampo che perde il suo regista: Milan Badelj.

LEGGI ANCHE: Genoa, un mese da favola: solo in sette fanno meglio in tutta Europa

Badelj, l’ennesima rilanciato in casa Genoa

Il centrocampista è arrivato la scorsa estate per rilanciare una carriera che aveva perso quota negli ultimi anni. Il croato ha scelto Genova, ma l’inizio non è stato dei migliori. Con Maran, Badelj ha perso il posto in squadra dopo poche partite, ma la sua stagione ha svoltato con Ballardini. Il tecnico gli ha dato subito in mano le chiavi del centrocampo a cinque e lui ha dimostrato di essere un giocatore di assoluto livello. Nella partita con il Napoli è stato uno dei migliori, con l’assist al bacio per Pandev, chilometri su chilometri percorsi e tanto fosforo unito ai muscoli.

Il problema è che a inizio gara è stato ammonito ed essendo nella lista dei diffidati verrà fermato per un turno dal giudice sportivo. Ballardini ha meno di una settimana di tempo per trovare la soluzione giusta all’assenza e le alternative non mancano.

Rovella in rampa di lancio per Torino

La prima e più facile è quella di sostituire Badelj con Rovella. Il giovanissimo promesso sposo della Juve, a Torino arriverà solo tra diciotto mesi, ha la visione di gioco e la tecnica giusta per prendere per mano il Grifone. Dovrebbe essere lui a sostituire dal primo minuto il croato, ma il Genoa tiene in caldo un paio di alternative.

La prima è l’esperto Behrami, combattente tutto corsa e muscoli che potrebbe dare più fisicità, ma meno gioco, al Genoa anti Torino. Infine si potrebbe pensare di spostare Strootman nel ruolo di regista, ipotesi al momento meno probabile visto l’ottimo rendimento dell’olandese da mezzala.