Sampdoria, Quagliarella scalda i motori, con la Fiorentina è una sentenza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:20

Fabio Quagliarella ha nella Fiorentina una delle sue vittime preferite, domenica la Sampdoria potrebbe schierarlo di nuovo titolare.

Sampdoria Quagliarella
L’attaccante della Sampdoria Fabio Quagliarella, 38 anni (Credits: Getty Images)

Domenica in Sampdoria-Fiorentina, Fabio Quagliarella proverà a tornare ad esultare. Il gol gli manca da quasi due mesi, dal 23 dicembre scorso, rete al Sassuolo che non evitò la sconfitta 3-2 contro al Ferraris. Un periodo di tempo abbastanza lungo per uno come lui, anche se va detto che da allora ha giocato sollo quattro volte da titolare, di cui due contro Roma e Juventus.

LEGGI ANCHE: Sampdoria, dalla Premier alla Juve, tutti su Damsgaard e Ferrero gongola

Sampdoria, Quagliarella bestia nera della Fiorentina

Domenica c’è la Fiorentina, avversario che storicamente stuzzica e non poco l’appetito del bomber blucerchiato, miglior realizzatore di Ranieri in questa stagione con sette gol. Contro i viola in carriera, Fabio Quagliarella ha già segnato 12 volte, come contro l’Atalanta. Lo score è diventato sempre più imponente negli ultimi anni. L’attaccante ha realizzato anche all’andata una delle due reti che hanno permesso ai suoi di battere i viola 2-1, una svolta importante nel campionato della Samp.

Nel 2019 i blucerchiati vanno di nuovo vicini al successo al Franchi con Quagliarella che mette a segno una doppietta nel 3-3 finale, ma non è finita qui. Il 21 gennaio 2018 il capitano prende sulle spalle i compagni e segna addirittura una tripletta, l’ultima fino ad oggi in Serie A, con la gara che finisce 3-1. Insomma se c’è una squadra che stimola Quagliarella è proprio la Fiorentina.

Ma Quagliarella giocherà?

La vera domanda a pochi giorni dal match è se Ranieri lo schiererà dall’inizio oppure no. Se lo chiedono tutti, a questo punto anche i tifosi viola, ma la decisione ancora non è stata presa. Le sensazioni sono positive, anche se il ballottaggio con Torregrossa ancora non ha un vincitore certo. Il nuovo acquisto è stato titolare a Benevento, per lui una gara con tanto sacrificio e poca incisività sotto porta. Domenica potrebbe toccare invece a Fabio Quagliarella che vuole tornare ad esultare dopo un digiuno di quasi due mesi.