Empoli, mister Dionisi: “Contro la Spal voglio il risultato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:18

Alessio Dionisi ha parlato alla vigilia di SPAL-Empoli. Il mister dei toscani è intervenuto in conferenza stampa per presentare la trasferta in quel di Ferrara. Scopri le sue parole.

Empoli, l'allenatore Alessio Dionisi in conferenza stampa (foto © Empoli FC)
Empoli, l’allenatore Alessio Dionisi in conferenza stampa (foto © Empoli FC)

Trasferta ferrarese per l’Empoli, che domani, in occasione della 23° giornata di Serie B, affronterà la SPAL. I toscani sono primi in classifica ma vengono dal deludente pareggio contro il Pescara. In seconda posizione premono Monza e Chievo, entrambe a 4 punti dalla capolista. Vietato sbagliare per i toscani. Il mister è intervenuto nella consueta conferenza stampa della vigilia. Scopri le sue dichiarazioni.

LEGGI ANCHE->Empoli, Dionisi: “Rigore generoso, ma pensiamo alla prossima”

LEGGI ANCHE->Lecce, Corini: “Cremonese forte, per noi stagione particolare. Rodriguez dal 1′”

La conferenza di Dionisi

Come sta l’Empoli? “La prestazione non è mancata neppure contro il Pescara, contro il Frosinone avevamo forse giocato peggio però vincendo… ma un pari casalingo non può essere vissuto come una sconfitta, una disfatta o un atteggiamento presuntuoso. Tecnicamente qualcosa abbiamo sbagliato, potevamo far meglio e lo dice anche il risultato ma l’atteggiamento è stato positivo.”

Che gara si aspetta?  Domani conterà fare risultato, come sempre, giochiamo per quello, e vogliamo raggiungerlo attraverso la prestazione: giocheremo contro una squadra forte, che ha grossi valori individuali, sulla carta, e lo sottolineo, è superiore a noi, anche se ora non sta vivendo un momento positivo. Lotteranno per andare in A, e probabilmente sarà più determinante per loro che per noi: però i tre punti valgono per entrambe. Preoccupiamoci solo di andare a Ferrara da squadra, senza andare dietro ai risultati: io guardo alla prestazione e all’atteggiamento, da ora in poi conterà molto la voglia di dimostrare, oltre alla qualità e all’intensità”.

Sugli avversari: “Sarà una partita molto equilibrata e difficile, la SPAL giocherà per vincere sapendo di poter battere tutti: Lecce, SPAL e Monza, torno a dirlo, sono le più accreditate alla vittoria finale, non sarà una gara a farmi cambiare idea. Volendo magari vincere entrambe, si vedrà una partita più aperta, con più gioco, forse più spettacolare. Errori arbitrali? Gli errori li facciamo tutti, inutile se ne parli per trovare alibi, troppe società lo fanno. Diciamo che siamo stati sfortunati, col VAR sarebbe andata diversamente, ma tutti possono sbagliare”.

Si va poi alla rosa azzurra: “Non ci saranno né Sabelli né Bandinelli: il primo è in via di guarigione, speriamo di averlo per settimana prossima ma non lo sappiamo. Per Bandinelli il discorso è più lungo, ma non vedo l’ora di riaverlo, aveva fatto bene fino allo stop. Poi abbiamo Furlan fuori per squalifica, per il resto tutti a disposizione. Ma torno a ricordare una cosa: tutti hanno dato il loro contributo, anche chi subentra, e forse chi non ha giocato martedì potrebbe giocare”.