Spal, Pasquale Marino: “Pareggio risultato giusto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:40

La Spal riacciuffa l’Empoli nel secondo tempo. Finisce 1-1 allo stadio Mazza lo scontro di alta classifica della cadetteria. Mister Marino ha commentato la gara ai microfoni presenti. Scopri le sue parole.

SPAL, l'allenatore Pasquale Marino a bordocampo (foto © SPAL)
SPAL, l’allenatore Pasquale Marino a bordocampo (foto © SPAL)

La Spal non affonda contro l’Empoli capolista. Il risultato finale allo stadio Mazza di Ferrara recita 1-1. Gli estensi hanno trovato il pareggio nella ripresa, grazie a un discusso rigore realizzato da Esposito. Passi avanti per i ragazzi allenati da Pasquale Marino, dopo la brutta sconfitta in casa del Pordenone. Il tecnico dei ferraresi è intervenuto ai microfoni presenti dopo la gara. Scopri il suo commento.

LEGGI ANCHE->Spal-Empoli 1-1: sintesi, tabellino e classifica aggiornata

LEGGI ANCHE-> L’Entella punta al bottino pieno. Frosinone: Nesta ne convoca 21

 

Le parole di Marino

Il tecnico della Spal analizza il risultato: “E’ stata una partita difficile: nel primo tempo, quando l’Empoli ha segnato, l’equilibrio si è rotto e sicuramente c’è stato qualche momento di sbandamento. Abbiamo commesso qualche errore e dato qualche opportunità di troppo agli avversari. Nel secondo tempo la Spal ha giocato meglio e ha messo in mostra la voglia di reagire. C’è stata una risposta giusta dopo la prima frazione, creando e rischiando poco. L’impatto delle sostituzioni operate nella ripresa è stato buono: era programmato che Floccari entrasse e anche Asencio che ha cominciato a mettere minuti nelle gambe. Credo che il pareggio alla fine sia il risultato più giusto.

Sugli avversari: ” L’Empoli è la squadra più forte e continua del campionato, magari qualcuno obietta che a livello d’organico possano essere inferiori ad altre squadre, ma la loro rosa è di primo livello. La differenza di qualità tra la sfida di oggi e quella col Pordenone era evidente. Per quanto riguarda il gol subito ci siamo fatti prendere dalla sinistra senza coprire, lasciando libero Mancuso di calciare. L’episodio l’ha creato l’avversario che è stato poi bravo a concludere a rete. Sul rigore a nostro favore c’è stata una leggera spinta, la decisione è dubbia ma ancora non ho avuto modo di rivederlo.

Su cosa dovete migliorare: ” In fase offensiva probabilmente siamo troppo lenti nelle ripartenze. Ci mettiamo troppo ad attaccare la profondità e favoriamo il riposizionamento degli avversari. Su questo dobbiamo lavorare, perchè quando riusciamo a verticalizzare siamo pericolosi. Ora pensiamo al Vicenza con gli stimoli giusti. Il punto guadagnato oggi ci deve dare la spinta per lavorare bene e riprendere alcuni concetti che nell’ultimo periodo non siamo stati in grado di approfondire. Dal punto di vista tattico dobbiamo fare delle migliorie.

LEGGI ANCHE->Empoli, rabbia Dionisi: “Il rigore non c’era”