Crotone, Stroppa: “Non cambia niente, ci crediamo ancora”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:18

Il tecnico del Crotone analizza la partita persa sul proprio campo contro il Sassuolo. Un match che non cambia nulla in ottica salvezza secondo Stroppa, che sottolinea la crescita di Ounas.

stroppa crotone
Giovanni Stroppa non molla – meteoweek.com (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Altra partita e altra sconfitta per il Crotone, che non riesce a risollevarsi nella corsa verso la salvezza. La formazione calabrese esce sconfitta dal match casalingo contro il Sassuolo, che con un gol per tempo riesce a portare a casa l’intera posta in palio. La gemma di Berardi sblocca la partita, poi Ounas illude il Crotone con il suo primo gol con la sua nuova maglia. Nel finale di primo tempo c’è l’episodio del gol annullato a Di Carmine per un fallo precedente alla rete. Poi, in avvio di ripresa, Caputo su calcio di rigore decide l’incontro.

Queste le dichiarazioni rilasciate da Giovanni Stroppa ai microfoni di Sky Sport.

Che Crotone ha visto Stroppa – “Potevamo fare meglio, abbiamo avuto un paio di occasioni ma non era facile prendere campo contro un Sassuolo così. Messias ha fatto una buona partita, siamo abituati a vederlo più incisivo e oggi ha faticato. Siamo stati poco bravi nel palleggio, anche con quattro attaccanti davanti, non arrivavamo in maniera diretta”.

Cosa cambia in ottica salvezza – “Nulla, c’è solo una partita in meno fino alla fine. Per i gol mancati, potevamo essere più cattivi. Abbiamo sofferto tanto, il Sassuolo ha meritato nettamente la vittoria. Mi dispiace perché potevamo essere più precisi sotto porta”.

Il Crotone crede nella salvezza? “Stiamo scherzando, certamente sì. Oggi abbiamo fatto partita di sacrificio e non abbiamo mai mollato nonostante le ingenuità. Il campionato è sempre in salita non è semplice: ci sono sempre meno partite ma la squadra è viva, ci crede ed è positiva. Sono io il primo a crederci”.

Leggi anche -> Crotone-Sassuolo 1-2, emiliani corsari: cronaca, tabellino e highlights

Gli errori difensivi – “Il gol e il rigore sono evitabili ma la squadra ha fatto una buona partita per sacrificio. A volte però è stata troppo lunga. Quando invece ci siamo ricompattati, abbiamo fatto bene e da lì è nato anche il gol”.

Leggi anche -> Sassuolo, De Zerbi: “Torneremo quelli di prima, Berardi fondamentale”

L’impatto di Ounas – “Ha poca condizione fisica ma ha colpi importanti. Ha faticato a entrare in partita e deve trovare affiatamento con Messias: loro due insieme possono essere migliori rispetto la prestazione di oggi”.

Crotone, parla anche Ounas

A fine partita ha parlato ai microfoni di Sky Sport anche Adam Ounas. Il giocatore di proprietà del Napoli ha messo a segno il suo primo gol con la maglia del Crotone. Queste le sue dichiarazioni: “Abbiamo iniziato bene, poi hanno fatto gol e abbiamo risposto subito. Abbiamo preso il secondo gol su rigore: peccato per il risultato, ma dobbiamo lavorare per andare avanti e per salvarci. Il ruolo da trequartista? L’anno scorso ho giocato così in Francia ed è la posizione che prediligo. Ma darò sempre il massimo, qualsiasi sia il ruolo che il mister sceglierà per me. Sono venuto qua per aiutare la squadra e dare il massimo, lo sto facendo e spero di continuare a farlo. Il futuro? Non lo so, adesso sono a Crotone e penso solo a questo“.