Lipsia-Liverpool 0-2, decidono Salah e Mane: tabellino e cronaca del match

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:58

Lipsia-Liverpool si decide all’inizio del secondo tempo. Due errori individuali della difesa tedesca apre l’autostrada prima all’egiziano e poi al maliano. Ora per i tedeschi si fa durissima in vista della gara di ritorno.

Lipsia-Liverpool
Momo Salah scalda il suo sinistro – meteoweek.com (photo by Getty Images)

Lipsia-Liverpool | Cronaca della sfida

Il Liverpool si assicura una grossa fetta di accesso ai quarti di finale di Champions League. La formazione inglese ha vinto per 2-0 alla Puskas Arena di Budapest contro il Lipsia, grazie a un uno-due micidiale in avvio di secondo tempo.

La prima palla gol è per Dani Olmo, che di testa su cross di Angeliño batte Alisson ma viene stoppato dal palo. I Reds provano ad alzare il pressing e trovano al quarto d’ora due occasioni con Salah: nel primo caso non riesce l’assist per Firmino, un minuto dopo è Gulacsi a dire di no all’egiziano. Poi ci provano Sabitzer e Angeliño senza grossa fortuna, ma intorno alla mezz’ora crescono gli ospiti. Nel giro di sette minuti ci provano Mane, Firmino e Robertson, ma in tutti i casi non c’è l’appuntamento con il gol. Poi il brasiliano segna al 36′ ma la traiettoria del cross di Mane varca la linea di fondo.

L’inizio di secondo tempo fa volare il Liverpool e crollare il Lipsia. All’ottavo minuto Sabitzer regala palla a Salah, che si invola verso Gulacsi e lo batte di giustezza. Cinque minuti dopo altro errore individuale, stavolta di Mukiele: se ne avvantaggia Mane per un gol molto simile a quello dell’egiziano. 0-2 in un amen per i Reds che iniziano a gestire palla e risultato. I tedeschi provano a reagire “alla spagnola”: occasioni per Angeliño e Dani Olmo, ma la mira di entrambi è imprecisa. La girandola di cambi spezza ulteriormente il ritmo degli uomini di Nagelsmann, che a dieci minuti dalla fine ci provano con Sabitzer e l’esterno mancino, ma la mira è imprecisa.

Nel finale c’è solo un’occasione per il neo-entrato Hwang, che dopo una bella giocata spreca tutto a tu per tu con Alisson. Finisce 0-2, si rigioca ad Anfield Road tra tre settimane.

Tabellino

LIPSIA – LIVERPOOL 0-2

Marcatori: 53′ Salah,  58′ Mane

LIPSIA – Gulacsi, Mukiele (65′ Orban), Upamecano, Klostermann, Adams, Haidara (65′ Poulsen), Sabitzer, Angeliño, Kampl (73′ Hwang), Nkunku, Dani Olmo. A disposizione: Tschauner, Konate, Sorloth, Samardzic, Kluivert, Halstenberg, Hartmann, Henrichs. Allenatore Julian Nagelsmann.

LIVERPOOL – Alisson, Alexander-Arnold, Kabak, Henderson, Robertson, Wijnaldum, Thiago Alcantara (72′ Oxlade-Chamberlain), Jones, Mane, Firmino (72′ Shaqiri), Salah (90′ N.Williams). A disposizione: Adrian, Kelleher, Tsimikas, Origi, Davies, R.Williams, Phillips, Cain, Clarkson. Allenatore Jurgen Klopp.

ARBITRO – Slavko Vincic (Slovenia) – Assistenti: Klancnik-Kovacic. Quarto uomo: Jug. Var: Irrati.

NOTE – ammoniti Haidara, Mukiele, Nkunku, Angeliño, Kabak, Dani Olmo, Henderson

Lipsia-Liverpool | Presentazione della sfida

Lipsia-Liverpool rappresenta una sfida che va ben al di là di un semplice ottavo di finale di Champions League. Si tratta anche di un confronto tra due squadre che proprio in Europa cercano il proprio rilancio, visto che le cose in patria vanno tutt’altro che bene. Ma a questo ci arriveremo poco per volta. Tra l’altro si gioca anche in “campo neutro”, alla Puskas Arena di Budapest.

La compagine tedesca, allenata da Julian Nagelsmann, sembra aver finalmente ritrovato il passo giusto, soprattutto in patria con le quattro vittorie tra campionato e coppa di Germania. Più in generale la formazione di proprietà Red Bull ha ritrovato la spinta giusta nei suoi interpreti principali, nonostante il tecnico stia provando a gestirli il più possibile per farli arrivare freschi a questo appuntamento. Il periodo di appannamento, a inizio 2021, sembra essere ormai alle spalle.

Dall’altra parte ci sono i campioni d’Europa del 2019, che stanno vivendo il periodo più buio da quando Jurgen Klopp ha varcato i cancelli di Anfield Road. Il mese di febbraio è stato fin qui nero per i Reds, che hanno perso male contro Brighton, Manchester City e Leicester, uscendo per la prima volta in quattro anni dalla zona di classifica che vale la qualificazione all’Europa. I problemi personali del tecnico tedesco potrebbero aver influito, ma di certo una squadra con certi valori tecnici non può non reagire.

Probabili formazioni

Non mancano le assenze di spessore in casa Lipsia. Quella che spicca di più è quella del grande botto del mercato di gennaio, ovvero Dominik Szoboszlai, bloccato da un problema all’inguine. Oltre al fantasista ungherese non saranno della partita anche Emil Forsberg, Konrad LaimerJustin Kluivert, tutti out per i rispettivi infortuni. In ogni caso, l’ex romanista potrebbe recuperare per andare quantomeno in panchina.

LIPSIA – Gulacsi, Upamecano, Mukiele, Orban, Adams, Sabitzer, Kampl, Angeliño, Dani Olmo, Nkunku, Poulsen. A disposizione: Martinez, Tschauner, Konate, Klostermann, Halstenberg, Haidara, Samardzic, Sorloth, Chan. Allenatore Julian Nagelsmann.

È ancora crisi in casa Liverpool per quel che concerne l’infermeria. Neanche a dirlo è ancora la difesa il reparto maggiormente falcidiato, a causa degli infortuni patiti da van DijkMatipGomez. A questi si aggiunge quello di Fabinho, spesso e volentieri schierato al centro della difesa. Sono in forte dubbio anche Milner, il portoghese Diogo Jota e l’unico ex dell’incontro, Naby Keita. In campo ci sarà l’attacco classico, al centro della difesa debutto europeo per Kabak con capitan Henderson.

LIVERPOOL – Alisson, Alexander-Arnold, Kabak, Henderson, Robertson, Thiago Alcantara, Wijnaldum, Jones, Salah, Firmino, Mane. A disposizione: Adrian, Kelleher, R.Williams, Phillips, Tsimikas, N. Williams, Oxlade-Chamberlain, Milner, Woodburn, Shaqiri, Origi. Allenatore Jurgen Klopp.

ARBITRO – Slavko Vincic (Slovenia) – Assistenti: Klancnik-Kovacic. Quarto uomo: Jug. Var: Irrati.

Rivivi il prepartita

Lipsia-Liverpool | Curiosità

Lipsia-Liverpool è una gara che non si è mai giocata, dunque sarà una curiosa prima volta. In ogni caso, i due allenatori Nagelsmann e Klopp si sono già affrontati due volte, quando allenavano rispettivamente l’Hoffenheim e i Reds: il bilancio parla di una doppia vittoria per il manager dei Reds, che sconfisse il suo giovane avversario nel preliminare di Champions League 2017/18. 2-1 in Germania e 4-2 ad Anfield Road l’esito delle due gare.

Potrebbe non essere in campo Naby Keita, l’unico ex della sfida. Il centrocampista guineano lasciò la Germania per approdare proprio alla corte di Klopp nell’estate del 2018, in cambio di 60 milioni di euro.