Real Sociedad-Manchester United: le conferenze stampa di Alguacil e Solskjaer

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:32

Real Sociedad e Manchester United si incontrano nei sedicesimi di finale di Europa League. La gara è in programma domani alle 18.55 allo Juventus Stadium. I due tecnici Imanol Alguacil e Ole Gunnar Solskjaer hanno presentato in conferenza stampa il match.

real sociedad alguacil
Imanol Alguacil, allenatore del Real Sociedad (Photo by Alex Caparros/Getty Images)

I sedicesimi di finale di Europa League metteranno di fronte Real Sociedad Manchester United. Gli spagnoli si sono qualificati grazie al secondo posto ottenuto nella fase a gironi nel Gruppo F, vinto dal Napoli. Gli inglesi, invece, sono stati retrocessi dalla Champions League. La gara di andata, in programma domani a partire dalle 18.55, sarebbe dovuta andare in scena in Spagna, ma in virtù della respinta delle autorità tecnico-sanitarie nazionali (che vietano ai residenti in Inghilterra — dunque anche gli uomini di Ole Gunnar Solskjaer — di raggiungere il suolo iberico) la UEFA ha scelto lo Juventus Stadium di Torino come nuova sede.


Alguacil: “Niente scuse, sarà un bel confronto”

Imanol Alguacil, tecnico della Real Sociedad, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro gli inglesi: “Siamo riusciti a qualificarci nel ‘gruppo della morte’. Il Manchester United non è un passo in avanti, bensì un salto. Siamo molto emozionati perché abbiamo visto la nostra squadra giocare faccia a faccia con tutti gli avversari. Certo siamo un po’ amareggiati per avere trovato al sorteggio una compagine forte come quella di Ole Gunnar Solskjaer, ma scenderemo in campo con grande entusiasmo. Abbiamo già affrontato partite importanti in questa stagione“.

E aggiunge: “Siamo due squadre a cui piace tenere palla e pressare alto, con giocatori veloci e con un buon piede. ‘A priori’ vedo una grande partita, speriamo che la fortuna sia dalla nostra parte. Siamo convinti che questa gara andrà in questo modo. Davanti abbiamo una squadra con una grande storia e con un grande allenatore. Giocano bene e fino a poco tempo fa erano ai vertici della Premier League e hanno ancora la possibilità di vincerla. È un bel confronto. La Real Sociedad è viva e speriamo che continui ad esserlo dopo la gara di andata. Faremo il nostro gioco fin dall’inizio“.

A proposito, invece, dello Stadio in cui si giocherà la gara: “È curioso che la tua partita casalinga si giochi in Italia, però non abbiamo scuse. Non mi piace chi accampa scuse, gli allenatori che spostano l’attenzione fuori dal terreno di gioco. La cosa che più mi infastidisce è non poter vivere questi grandi momenti con i nostri tifosi, questo mi dispiace. Per il Manchester United potrebbe essere un piccolo vantaggio. La cosa più semplice e giusta sarebbe stata quella di giocare entrambe le gare in campo neutro, ma non sarà così e non importa. Affronteremo gli avversari con la massima ambizione“.

Leggi anche -> Tottenham, Mourinho in conferenza stampa: “Europa League tosta”

Januzaj: “Sfida più importante della mia carriera”

Adnan Januzaj sarà il grande ex del match valido per i sedicesimi di Europa League. L’esterno belga, infatti, è esploso tra le fila del Manchester United, collezionando 63 presenze. Adesso è pronto ad affrontare il suo passato, tanto che l’allenatore Imanol Alguacil, in conferenza stampa, lo ha definito uno dei giocatori del Real Sociedad più impazienti di scendere in campo.

Amo molto lo United, è il mio club preferito e ancora oggi cerco di guardare tutte le loro partite. Giocare all’Old Trafford è un sogno e credo che lo sarà anche per i miei compagni alla Real Sociedad, probabilmente sarà una delle sfide più grandi della loro carriera. Per me lo United in questo momento è l’avversario più duro in questa competizione. Se dovessimo batterlo — ha aggiunto Januzaj le nostre possibilità di arrivare in fondo all’Europa League e vincerla sarebbero molto di più“.

Leggi anche -> Roma, Fonseca ed Ibanez presentano la sfida col Braga


Solskjaer manchester utd
Ole Gunnars Solskjaer, allenatore del Manchester United (Photo by Getty Images)

Solskjaer: “Avversario ostico, Pogba ancora out”

Ole Gunnar Solskjaer, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della trasferta in Italia, ha parlato della pericolosità del Real Sociedad: Dovremo essere molto, molto bravi contro di loro. Probabilmente è la squadra più difficile che avremmo potuto incontrare in questa fase. In campionato sono ancora a caccia di Champions League. Dobbiamo giocare ad alto livello per ottenere un risultato utile. In Premier League siamo la squadra che ha segnato più gol in campionato. I nostri attaccanti però non hanno segnato tanto quanto vorremmo, è un bel problema. Se riusciamo a migliorare ulteriormente, avremo un altro vantaggio. Stanno lavorando sodo e stanno andando bene in allenamento“. I precedenti nelle Coppe europee contro le spagnole, tuttavia, non sorridono ai Red Devils: “Probabilmente dipende dal livello delle squadre che abbiamo giocato. Le squadre spagnole sono brave, non abbiamo giocato abbastanza bene. Non entriamo nei giochi preoccupandoci“.

E sui giocatori infortunati: “Pogba si sta riprendendo bene, ma ci vorranno ancora alcune settimane per averlo a disposizione. Non penso che giocherà prima della fine di febbraio, ma è vicino al rientro. A parte questo abbiamo un paio di dubbi sulla formazione, la condizione di McTominay e Martial andrà valutata, mentre Van de Beek e Cavani sono fuori per problemi muscolari e non saranno della gara. Mata è stato fermo per un po’ di tempo e ci è mancato perché lui sa creare occasioni dal nulla. Ora però è tornato e viaggerà con noi. Non so se sarà in campo, ma se giocherà sono certo che vorrà dimostrare anche ai suoi connazionali che è ancora un calciatore di qualità”.