Bestemmia in Parma-Juve, ecco la decisione su Gianluigi Buffon

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:44
0

Bestemmia di Buffon in Parma-Juve: il Tribunale Federale Nazionale ha accettato in parte il deferimento e ha raggiunto la sua decisione

Gianluigi Buffon  (Photo by Alex Livesey/Getty Images)
Gianluigi Buffon (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

 

Nota ufficiale del Tribunale Federale Nazionale a proposito della bestemmia del portiere bianconero Gianluigi Buffon catturata dalle telecamere in Parma-Juve disputatosi il 19 dicembre e terminato 4-0 a favore della squadra di Pirlo. L’espressione blasfema del portiere bianconero non era stata segnalata dall’arbitro e neanche dalla prova tv. In ogni caso la Procura Federale aveva aperto un’inchiesta dopo un video sui social in cui si sentiva l’esclamazione di Buffon causa stadio vuoto.

Niente squalifica ma ammenda per Buffon dopo la bestemmia in Parma-Juve

“Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare, all’esito della Camera di consiglio, accoglie in parte il deferimento – si legge nella nota ufficiale –. Per l’effetto, irroga nei confronti del sig. Gianluigi Buffon la sanzione dell’ammenda di € 5.000,00 (cinquemila/00). Così deciso nella Camera di consiglio del 18 febbraio 2021 tenuta in modalità videoconferenza, come da Decreto del Presidente del Tribunale Federale Nazionale n. 10 del 18 maggio 2020“.

La Juve è rientrata nella notte da Oporto lavorando oggi alla Continassa. Attesa per gli esami riguardanti Giorgio Chiellini dopo l’infortunio nel primo tempo della sfida di Champions: il difensore non ha lesioni muscolari al polpaccio, ma le sue condizioni verranno valutate quotidianamente e dovrebbe rientrare tra 10-15 giorni (come Bonucci). Per Pirlo e la squadra 24 ore libere per la giornata di domani: i bianconeri torneranno sabato ad allenarsi per preparare il posticipo contro il Crotone in programma lunedì sera allo Stadium.

Leggi anche >   Buffon, ci risiamo? Altra bestemmia in Inter-Juve, ecco cosa rischia