Borussia Dortmund, Terzic: “Felici della vittoria, godiamoci la serata”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:31

Edin Terzic, allenatore del Borussia Dortmund commenta il successo 3-2 in casa del Siviglia negli ottavi di Champions League.

Borussia Dortmund Terzic
L’allenatore del Borussia Dortmund Terzic (Credits: Getty Images)

Una serata importante per dare un calcio alla critiche. Il Borussia Dortmund, solo sesto in Bundesliga, non sta facendo la stagione che in molti si aspettavano. E così il successo nella gara di andata degli ottavi di finale di Champions League in casa del Siviglia appare come una bocca d’ossigeno per tutto l’ambiente. La doppietta di Haaland, il gol-gioiello di Dahoud, le giocate straordinarie di Sancho e Reus, ci sono tante cose che rimarranno negli occhi dei tifosi dopo una partita dominata nel primo tempo e controllata nella ripresa in cui l’iniziale gol di Suso e la rete nel finale di de Jong non hanno rovinato la festa.

Le parole di Terzic dopo Siviglia-Borussia Dortmund 2-3

Il tecnico del Borussia Dortmund Terzic commenta così la sfida: “Siamo felici della vittoria. Non è stata una settimana facile. Per questo dobbiamo goderci questa serata, sbaglieremmo a fare il contrario. Siamo continuamente oggetti di critiche ed è per questo che la vittoria di oggi deve portarci tanta allegria”. Uno stacco che può rappresentare una sorta di ripartenza in una stagione complicata. Nel weekend altra gara importantissima, il derby con lo Schalke 04: “Da domani inizieremo a pensare alla partita di sabato e poi alla gara di ritorno con il Sivgilia”.

E proprio i prossimi novanta minuti con gli andalusi decideranno chi entrerà nelle migliori otto squadre d’Europa: “abbiamo creato una buona base di partenza oggi – dice Terzic a fine gara -ma manca ancora metà turno, vogliamo continuare così, come abbiamo fatto questa sera”.

Nota stonata della magica notte in Andalusia, la rete di De Jong nel finale che può dare nuova linfa alla ricerca dell’impresa del Siviglia: “eravamo in superiorità numerica ma non abbiamo corso gli ultimi due o tre metri per arrivare su quel pallone, in Champions League errori come questo vengono puniti severamente”. Questo il pensiero del tecnico espresso nel dopo gara e ripreso dal portale Sport1.de.