Sampdoria, Augello: “Qui mi sento importante, Hakimi fortissimo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:32

Il terzino sinistro della Sampdoria Tommaso Augello si racconta, tra la sfida alla Lazio di sabato, il mercato e molto altro.

Sampdoria Augello
Tommaso Augello esulta dopo il gol contro la Lazio (Credits: Getty Images)

Corre su e giù per la fascia sinistra da ormai un anno senza mai fermarsi, dopo un periodo di studio della Serie A è Tommaso Augello il titolare inamovibile sulla corsia mancina della Sampdoria. Ranieri gli ha dato fiducia e lui lo ha ripagato con una crescita costante. Un cammino che lo ha portato ad essere accostato alla Lazio nell’ultimo mercato “ma non penso che sia vero” dice il giocatore blucerchiato che proprio contro i capitolini ha segnato nel 3-0 dell’andata: “è stata la giornata più bella da quando sono a Genova”.

LEGGI ANCHE: Sampdoria, Keita: “Non penso al riscatto, voglio andare in doppia cifra”

LEGGI ANCHE: Sampdoria, Candreva show tra gol e assist: è il più prolifico dei blucerchiati

Augello e la Sampdoria, un feeling speciale

La Lazio di allora non è quella di adesso, spiega Augello: “avevano tante assenze, ora sembrano molto più in forma, per questo mi aspetto una partita diversa”. A Roma per vincere ma senza obblighi di classifica, i blucerchiti hanno già trenta punti e sono vicini alla quota salvezza. “La posizione è ottima – dice il mancino nell’intervista a La Repubblica di oggi – ma non vogliamo accontentarci. Dopo lo scorso anno adesso ci godiamo la possibilità di scendere in campo con più tranquillità”.

La serenità della Samp è la stessa di Augello: “mi sento importante per la squadra, sento la fiducia di Ranieri, poi è ovvio che si può sempre fare meglio. Per esempio devo utilizzare di più il piede destro, ci sto lavorando, ma serve tempo”.

La Lazio evoca ottimi ricordi, meno la gara con il Cagliari: “è stata una partita da dimenticare per me, è brutto lasciare la squadra in dieci addirittura nel primo tempo”. Tommaso Augello dopo quella partita aveva avuto un paio di passaggi a vuota ma ora è tornato e continua a solcare la fascia sinistra dove domenica dopo domenica si trova davanti tanti talenti della Serie A. “Hakimi mi ha messo davvero in difficoltà, è fortissimo come confermano i numeri” conclude Augello.