Vicenza, Di Carlo: “SPAL da A, ma puntiamo alla vittoria. Recuperati 3 giocatori”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:15

Il Vicenza affronterà la SPAL nella 24a giornata di Serie B. Il fischio di inizio del match è in programma domani alle 14.00. Il tecnico biancorosso Domenico Di Carlo, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia, ha presentato la sfida.

di carlo
Mimmo Di Carlo, allenatore del Vicenza (Photo/Getty Images)

Il Vicenza è chiamato a rialzarsi nella ventiquattresima giornata del campionato di Serie B. I biancorossi, reduci da una sconfitta ed un pareggio, affronteranno domani a partire dalle 14.00 la SPAL tra le mura amiche dello Stadio Romeo Menti. La classifica vede favoriti gli estensi in virtù dei dieci punti di differenza, nonché degli ultimi risultati. Tutto, però, può senza dubbio accadere.

Leggi anche -> Salernitana, Castori: “Debutto Adamonis, le assenze un’occasione”

Di Carlo alla vigilia

Domenico Di Carlo, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia dell’impegno casalingo, ha parlato del momento che la sua squadra sta vivendo: “Nelle ultime partite siamo migliorati in gioco, compattezza e qualità. Stiamo lavorando molto bene su noi stessi per essere più convinti e determinati e far male a qualsiasi squadra. La Spal viene qui con giocatori d’esperienza che hanno fatto la Serie A, però nel girone di ritorno le squadre sono tutte uguali e puntiamo alla vittoria attraverso le nostre caratteristiche“.

Leggi anche -> D’Angelo ci crede: “Possiamo battere l’Empoli”

E sugli uomini a sua disposizione: “Ci sono 25 convocati, abbiamo recuperato Da Riva, Nalini e Dalmonte anche se non sono ancora in condizioni ottimali. Ci sono segnali positivi. Avere troppe scelte è un handicap? Ma quale handicap! Sorrido perchè nel mese di dicembre avevamo avuto una grande problematica e abbiamo raschiato bene il fondo del barile. Oggi abbiamo un gruppo che lavora forte e ci porterà agli obiettivi prefissi e ci garantisce soluzioni in campo. Ad oggi manca ancora la giocata di qualità, ma con il rientro di questi giocatori abbiamo più soluzioni per vincere e ben vengano queste idee. Cappelletti? Vediamo tra lui e Zonta perché stanno bene entrambi. In attacco per Lanzafame vale lo stesso discorso di Jallow perchè è arrivato all’ultimo, ci sono scelte da fare, ma non lo dirò adesso per non dare vantaggi agli avversari. Domani ci sono anche Longo e Gori, oltre a Lanzafame che può dare il suo contributo. Aggiungo che bisogna far giocare chi sta bene. Lanzafame negli ultimi anni ha fatto la prima punta“.