Brescia-Cremonese 1-2, Ciofani decisivo: cronaca e tabellino del match

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:01

Brescia-Cremonese sembrava andar bene alle Rondinelle, in vantaggio con Ayè poco prima della mezz’ora. In avvio di ripresa arriva l’uno-due del centravanti grigiorosso, che restituisce il sorriso a Pecchia.

brescia-cremonese
Aye a caccia di un altro gol – meteoweek.com (Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

Brescia-Cremonese | Cronaca della sfida

La Cremonese fa il colpaccio ed espugna il campo del Brescia. La doppietta di Ciofani dopo l’iniziale vantaggio di Ayè porta alla prima sconfitta per Pep Clotet. Pecchia, invece, ritrova il sorriso dopo due sconfitte consecutive.

Il primo squillo è proprio degli ospiti con Gaetano, che dopo 5 minuti manca clamorosamente l’appuntamento col tiro da buona posizione. Il buon momento dei grigiorossi prosegue e al quarto d’ora Valeri calcia dal limite, trovando l’opposizione di Joronen. Il Brescia prova a salire pian piano col ritmo e al 28′ trova il gol: da Skrabb a Donnarumma che serve Ayè, il quale deve solo appoggiare a porta vuota. Pecchia perde Bartolomei per infortunio, entra Gustafson. Al 39′ Ayè avrebbe anche trovato l’occasione del 2-0, ma Santoro annulla per un fuorigioco apparso giusto. Fuochi d’artificio nel finale di tempo: Bianchetti e Ciofani sfiorano il pari, ma si va negli spogliatoi sull’1-0.

L’inizio di ripresa cambia radicalmente la storia del match. Dopo sette minuti Pajac stende Ciofani e concede un rigore che l’ariete della Cremo non fallisce. Il Brescia si innervosisce, Clotet viene cacciato na due minuti dopo l’ex Frosinone concede il bis: Baez crossa per Ciofani, che sovrasta Mateju e batte Joronen. Le Rondinelle provano a cambiare qualcosa, il neo-entrato Jagiello ci prova su punizione ma non trova la porta. ben più pericoloso è Gustafson, che per poco non fa autogol su cross di Mateju. La Cremonese gioca in contropiede e sfiora il colpaccio con Bonaiuto, mentre dall’altra parte Carnesecchi è pronto su Donnarumma.

Nei minuti finali gli ospiti ci provano con Baez e Valzania, dall’altra parte Ragusa non trova la porta per pochi centimetri. Ma la Cremonese resiste e nonostante la pressione del Brescia porta a casa tre punti d’oro.

Tabellino

BRESCIA-CREMONESE 1-2

Marcatori: 28′ Ayè, 53′ rig.Ciofani, 59′ Ciofani

BRESCIA – Joronen, Mateju (79′ Karacic), Chancellor, Mangraviti, Pajac (79′ Martella), Labojko (64′ Ragusa), Bjarnason, Bisol, Skrabb (64′ Jagiello), Ayè, Donnarumma (82′ Fridjnosson). A disposizione: Kotnik, Papetti, Ghezzi, Van de Looi. Allenatore Pep Clotet

CREMONESE – Carnesecchi; Zortea, Bianchetti, Fiordaliso, Valeri; Bartolomei (31′ Gustafson), Castagnetti; Valzania, Gaetano (64′ Buonaiuto), Baez (82′ Celar); Ciofani. A disposizione: Alfonso, Volpe, Colombo, Deli, Ceravolo, Nardi, Ghisolfi, Pinato. Allenatore Fabio Pecchia

ARBITRO – Santoro di Messina. Assistenti: Colarossi-Moro. Quarto uomo: Ghersini.

NOTE – ammoniti Fiordaliso, Valzania, Castagnetti

Classifica

Empoli 44
Venezia 41
Salernitana 41
Monza 39
Cittadella 39
Chievo 39
Spal 37
Lecce 35
Frosinone 33
Pordenone 32
Pisa 31
Vicenza 27
Reggiana 27
Brescia 26
Reggina 26
Cremonese 26
Cosenza 23
Ascoli 21
Pescara 18
Entella 17

Brescia-Cremonese | Presentazione della sfida

Un derby particolarmente sentito e molto importante per entrambe le rivali, distanti poche lunghezze e intenzionate a portare a casa punti importanti. Brescia-Cremonese è la sfida tutta lombarda valida per la 24esima giornata del campionato di Serie B. Rondinelle e grigiorossi vanno a caccia di punti pesanti per raggiungere i rispettivi obiettivi: la zona playoff per i primi, la salvezza per i secondi.

Il Brescia sta cercando di risollevare la testa, dopo la decisione del presidente Cellino di affidare la panchina a Pep Clotet. L’allenatore catalano sta lavorando sulla testa dei giocatori prima ancora che sul piano tattico. E i risultati stanno pian piano arrivando: le Rondinelle sono in striscia positiva da tre giornate, in cui sono arrivati cinque punti. La zona playoff, che a questo punto può diventare l’obiettivo, dista nove punti. Una missione tutt’altro che impossibile in una classifica molto corta come quella di Serie B.

Dall’altra parte c’è una Cremonese che sta provando a sfruttare anch’essa l’onda lunga data dal cambio in panchina. Nelle sei partite con Fabio Pecchia al posto di Pierpaolo Bisoli sono arrivati ottimi risultati in avvio, prima di una doppia sconfitta contro VeneziaLecce che ha fatto ripiombare i grigiorossi nelle posizioni pericolanti della classifica. Un punto di ritardo dalla salvezza ma anche appena due rispetto alle posizioni che valgono la retrocessione diretta in C. Per questo motivo è necessario tornare da Brescia almeno con un pareggio.

Probabili formazioni

Le assenze in casa Brescia sono sempre le solite tre, anche se abbastanza pesanti in termini di qualità e di interpreti. Contro la Cremonese non rientrano nella lista dei convocati Cistana, Semprini Ndoj, tutti alle prese con i rispettivi stop. Clotet punterà ancora su Pajac nel ruolo di terzino sinistro in un 4-3-1-2 che prevede la conferma in attacco di Donnarumma e del match-winner di sabato scorso contro il Chievo, ovvero Ayè. Ci sarà ancora spazio per Jagiello in posizione di trequartista, mentre Labojko resta in cabina di regia.

BRESCIA – Joronen; Mateju, Chancellor, Mangraviti, Pajac; Bisoli, Labojko, Bjarnason; Jagiello; Ayè, Donnarumma. A disposizione: Kotnik, Karacic, Papetti, Martella, Skrabb, van de Looi, Ghezzi, Ragusa, Fridjonsson. Allenatore Pep Clotet.

È ancora emergenza in difesa per la Cremonese. Fabio Pecchia potrà contare su quattro giocatori per il reparto arretrato, con Fiordaliso che ha appena recuperato e prenderà posto al centro al fianco di Bianchetti. Ancora out Terranova oltre a FornasierRavanelliCoccoloCrescenzi. In mezzo al campo ci sarà Bartolomei in cabina di regia, mentre Valzania sarà il suggeritore per la coppia d’attacco composta da BaezCiofani, che per l’occasione indosserà la fascia di capitano.

CREMONESE – Carnesecchi; Zortea, Bianchetti, Fiordaliso, Valeri; Bartolomei, Castagnetti; Valzania, Gaetano, Baez; Ciofani. A disposizione: Alfonso, Volpe, Buonaiuto, Deli, Ghisolfi, Gustafson, Nardi, Pinato, Celar, Ceravolo, Colombo. Allenatore Fabio Pecchia.

ARBITRO – Santoro di Messina. Assistenti: Colarossi-Moro. Quarto uomo: Ghersini.

Rivivi il prepartita

Brescia-Cremonese | Precedenti e curiosità

Quello in programma oggi pomeriggio allo stadio “Mario Rigamonti” sarà il 28esimo Brescia-Cremonese nella storia, relativamente ai match disputati sul campo del Mompiano. Il bilancio complessivo parla di dodici vittorie della formazione di casa, nove pareggi e sei affermazioni dei grigiorossi.

I primi quattro duelli sono stati disputati a cavallo tra le due Guerre Mondiali e hanno visto tre vittorie delle Rondinelle e un pareggio, lo 0-0 del 1928/29. Dopo tre partite disputate nell’immediato secondo dopoguerra si passa al 9 aprile 1978, quando le due squadre si affrontano in Serie B e pareggiano ancora una volta a reti inviolate. Il 6 giugno 1982 arriva la prima vittoria della Cremonese: un 2-3 in rimonta con la rete decisiva di Finardi su calcio di rigore.

Dopo altri due pareggi, la fine degli Anni Ottanta vede altre due vittorie grigiorosse. Lo 0-2 del 31 dicembre 1988 porta le firme di BiviChiorri, mentre nella Coppa Italia del 1989 segnano Nappi per il Brescia e Dezotti (doppietta) e Gualco per gli ospiti. Altri due pareggi in avvio di Anni Novanta prima che la Cremo torni a vincere: penultima giornata della Serie A 1994/95, gol di NeriTentoniChiesa. Il Brescia torna a vincere nelle ultime due gare del millennio: BizzarriFilippiniCorrado decidono la gara del 3 novembre 1996, Hubner gonfia la rete cremonese il 27 settembre 1998.

Anche la prima gara del terzo millennio sorride alle Rondinelle, che con Del Nero vincono il 14 settembre 2005. Seguono due gare di Coppa Italia decise dopo i 90 minuti: il 12 agosto 2012 gol partita di Alberto Filippini ai supplementari; il 2 agosto 2015 Minelli para il rigore di Crialese e fa qualificare i padroni di casa. Gli ultimi due precedenti in Serie B: il 17 marzo 2018 Gastaldello risponde a Piccolo; nella stagione successiva il Brescia vince per 3-2 con reti di SpalekBisoliNdoj.