Genoa, Ballardini: “ogni punto è frutto di serietà e idee”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:06

Davide Ballardini gioisce per il 2-2 strappato alla scadere dal suo Genoa contro il Verona e ringrazia Badelj per il gol decisivo.

Genoa Ballardini
L’allenatore del Genoa, Davide Ballardini (Getty Images)

“Sono straordinariamente contento” il primo commento di Ballardini nel dopo gara non può che essere questo, perché di ordinario Genoa-Verona 2-2 ha avuto poco o niente. I rossoblu si ritrovano sotto colpiti da Ilic, poi pareggiano con Shomurodov, ma il gol di Faraoni rovina subito la festa dell’uzbeko. La sconfitta sembra quasi certa quando, dopo il quinto cambio, si fa male ed esce dal campo Pellegrini. Il Genoa in dieci e sotto di un gol, spera in un miracolo sportivo che arriva al 95’. Badelj raccoglie la palla al limite dell’area e fredda Silvestri, e la festa può davvero iniziare. “Sono contento – dice Ballardini – per il risultato contro una squadra che ha un’idea di gioco chiara e giocatori di grande forza. Noi non eravamo al meglio, la nostra gamba non era brillante, ma siamo riusciti a prendere un punto contro una squadra forte”.

LEGGI ANCHE: Genoa, Badelj e il gol allo scadere dedicato ad Astori: “è sempre con me”

LEGGI ANCHE: Genoa-Verona 2-2: cronaca, tabellino, voti, classifica

Il commento di Ballardini a Genoa-Verona 2-2

Il Genoa è riuscito a strappare un punto tutto cuore: “è la dimostrazione che questi ragazzi sono serissimi e che si impegnano molto durante la settimana. Pareggiare una partita in dieci ti regala un’energia che poche altre gare ti danno”. La classifica vede il Grifone quattro punti sotto la Samp e tra una decina di giorni c’è il derby: “Oggi pensiamo al Verona, anche se sappiamo che quella non è una partita come tutte le altre. Ricordo bene dove eravamo in classifica quando sono arrivato. I punti che conquistiamo sono frutto di serietà e idee”.

Per recuperare il risultato Ballardini ha cambiato anche il suo Genoa inserendo le tre punte insieme, evento raro: “bisogna sempre pensare prima alla compattezza, per ora non ce la facciamo a schierare più attaccanti come abbiamo fatto nelle ripresa con Pjaca, Shomurodov e Destro”. Infine un pensiero nell’intervista a Sky Sport per Badelj autore del gol al 95’: “ha uno straordinario senso tattico, è un allenatore in campo che sa sempre come posizionarsi, è una grande persona e un grande giocatore”.