Udinese, Pereyra è già pronto e Gotti medita di schierarlo titolare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:13

L’Udinese domenica sfiderà il Parma con un Pereyra in più, il centrocampista si scalda e potrebbe essere già titolare.

Udinese Pereyra
Il centrocampista dell’Udinese Roberto Pereyra, 30 anni (Credits: Getty Images)

Il Tucumano, diciannove partite con due gol e cinque assist in questa Serie A, è pronto. L’elongazione che lo ha colpito nel primo tempo contro il Verona è ormai superata e l’argentino è pronto a tornare in campo in netta anticipo rispetto alla previsioni. Lo staff medico, dopo l’infortunio, aveva programmato due turni di stop, quello di Roma e quello contro il Parma. Il giocatore però scalpita, sta bene, e Gotti medita di farlo partire subito titolare anche perché in attacco non ha grande scelta.

LEGGI ANCHE: Udinese, si fa male Deulofeu: la situazione

LEGGI ANCHE: Udinese, verso il Parma: Pereyra ci prova, Bonifazi rischia il posto

Udinese, contro il Parma gioca Roberto Pereyra

In settimana l’Udinese ha perso anche Deulofeu per una infiammazione al ginocchio. Lo spagnolo non ha nulla di grave, ma il dolore ancora c’è e non potrà scendere in campo contro i ducali. Tornerà con la Fiorentina, ma nel frattempo va trovata una spalla ad Okaka, in vantaggio su Llorente per domenica. Oltre a Deulofeu non ci saranno anche Pussetto e Forestieri e così Gotti è pronto a tornare al 3-5-1-1 con Pereyra alle spalle dell’unico attaccante. Un modulo che esalta le qualità dell’argentino, ottimo sia contro la Sampdoria che a Spezia dove con le sue accelerazioni ha messo in serie difficoltà le Aquile di Italiano.

Su quelle punterà Gotti per battere il Parma e continuare a viaggiare con ampio margine sulla zona retrocessione. Il match del Tardini e quello in casa con la Fiorentina sono due veri e propri match point per allontanare definitivamente l’incubo della Serie B. La formazione di domenica dovrebbe prevedere un cambio in difesa, dove Becao è in vantaggio su Bonifazi, mentre a centrocampo probabile l’utilizzo di Arslan e Walace vicino a De Paul, anche se i miglioramenti di Makengo sono tenuti sotto stretta osservazione da Gotti. Infine le fasce dove Stryger Larsen e Zeegelar dovrebbe riuscire a mantenere la maglia da titolare nonostante l’assalto del compagno Molina.