Sampdoria, Ranieri: “Testa all’Atalanta, non penseremo al derby”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:44
0

Claudio Ranieri allenatore della Sampdoria, parla a due giorni dalla gara di domenica alle 12,30 contro l’Atalanta. Il tecnico non penserà al derby.

Sampdoria Ranieri
L’allenatore della Sampdoria, Claudio Ranieri (Getty Images)

Domenica l’Atalanta e mercoledì il derby. La Samp inizia il suo ciclo di ferro, ma Ranieri assicura: “Alla partita con il Genoa penseremo da domenica sera, so cosa significa per questa città, ma prima pensiamo all’Atalanta”. Una gara difficile contro una squadra che non risentirà delle fatiche europee: “quando giochi le Coppe non c’è stanchezza fisica – spiega l’allenatore della Sampdoria – puoi avere qualche difficoltà a livello mentale, ma solo se sei alle prime esperienza. La Dea non lo è, anzi ci ha sempre fatto vedere ottime gare a livello internazionale.

LEGGI ANCHE: Sampdoria, se Ranieri non rinnova può tornare un grande ex

La conferenza stampa di Ranieri prima di Sampdoria-Atalanta

L’ultima però non è stata fortunata per l’Atalanta: “Ho visto la partita contro il Real, non c’era l’espulsione – racconta Ranieri – l’arbitro è stato molto severo. Sicuramente sarebbe stato un altro tipo di match e penso che la squadra di Gasperini potrà fare bene anche a Madrid, la sfida non è terminata a Bergamo”.

Che cosa si aspetta dai nerazzurri Ranieri domenica? “E’una squadra che ha assunto una propria fisionomia, farà la partita, presserà e ci renderà la vita difficile. Sappiamo quello che ci aspetta, cercheremo di fare la nostra gara in maniera gagliarda, altrimenti loro ci schiacceranno e lo vogliamo assolutamente evitare”.

Il tecnico punta forte sui suoi: “La Sampdoria contro tutti ha venduto cara la pelle, vogliamo fare del nostro meglio, rispettiamo tantissimo l’Atalanta, ma faremo di tutto per un portare a casa un risultato positivo. La squadra sta bene, Torregrossa ha un affaticamento e quindi dobbiamo preservarlo e non rischiare per non farlo cadere in qualcosa di più grave. Gabbiadini non va caricato di pressioni, piano piano arriverà ai novanta minuti, sono molto contento di quello che sta facendo”.

Lazio, Atalanta e Derby, un trittico di ferro in cui è arrivata già la sconfitta di Roma: “Sono tre partite importantissime, aveva già detto che da questa gare avremmo capito che cosa vogliamo fare da grandi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here