Dimarco, il Verona non bada a spese per riscattare l’esterno dell’Inter

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:51
0

Verona convinto: Federico Dimarco si è guadagnato la riconferma. La società scaligera è disposta a mettere mani al portafoglio per riscattare l’esterno di proprietà dell’Inter. Ecco la cifra offerta alla società nerazzurra.

Verona vicino al riscatto di Federico Di Marco, esterno di proprietà dell’Inter (foto Getty Images)

Verona deciso a confermare uno dei pilastri della squadra di Ivan Juric: pronti 7 milioni di euro per esercitare il diritto di riscatto per Federico Dimarco, esterno mancino di proprietà dell’Inter.

Il presidente Marco Setti è disposto a fare un sacrificio economico per confermare uno dei giocatori più convincenti di questa stagione. Un’offerta, quella dei veneti, che la società nerazzurra è pronta ad accettare senza esitazioni, considerando anche il momento poco felice per le casse del club di Suning.

Le “sirene” straniere

Secondo alcuni rumors di calciomercato, la Lazio e diverse società estere avrebbero messo gli occhi su Di Marco, giocatore ancora giovane ma nel pieno della sua maturità calcistica.

Il riscatto del giocatore permetterebbe al Verona di prendere in considerazioni eventuali offerte per venderlo a cifre superiori e capitalizzare al meglio l’operazione. Era già successo con Juan Manuel Iturbe, riscattato nel 2014 dal Porto per 15 milioni e venduto alla Roma per 28 milioni e con Sofiane Amrabat, riscattato a 3,5 milioni dal Bruges e venduto nel gennaio 2020 alla Fiorentina a 18 più bonus.

Un’eventuale cessione di Di Marco sarebbe gradita anche all’Inter che dovrebbe incamerare una percentuale della cifra incassata da un’eventuale cessione futura.

Federico Dimarco

Federico Di Marco è nato a Milano il 10 novembre del 1997: da quest’anno è in prestito al Verona ma il cartellino è di proprietà dell’Inter.

Ha iniziato la sua carriera come esterno offensivo, prima di arretrare nella posizione di terzino sinistro.

Il numero 3 del Verona è cresciuto nel settore giovanile nerazzurro dove è stato lanciato in prima squadra da Roberto Mancini nella stagione 2014-2015. L’esordio tra i professionisti è datato 11 dicembre 2014, quando aveva 17 anni: era entrato al posto di D’Ambrosio nel secondo tempo della partita di Europa League pareggiata 0-0 in casa del Qarabağ.

L’esordio in Serie A risale al 31 maggio 2015 quando era subentrato a Palacio nel finale della gara vinta 4-3 contro l’Empoli a San Siro.

Nella stessa stagione ha trionfato nel Torneo di Viareggio con la formazione Primavera.

Nel gennaio 2016, a 18 anni, la società nerazzurra lo ha ceduto in prestito all’Ascoli in Serie B: per lui 15 presenze e 4 assist in campionato.

Nella stagione 2016-2017 viene girato in prestito all’Empoli. Utilizzato come alternativa di Pasqual, ha messo insieme 12 presenze nel campionato che vede la retrocessione dei toscani in Serie B.

Nell’estate 2017 si è trasferito in Svizzera, firmando un accordo quadriennale con il Sion. Si è infortunato già nella partita di esordio, riportando la rottura del quinto metatarso del piede. Durante l’unica stagione con il club elvetico, è sceso in campo soltanto in 9 occasioni.

A luglio 2018 è stato riacquistato dall’Inter che poi lo gira immediatamente al Parma, neopromosso in Serie A. Il 15 settembre 2018, alla quarta giornata di campionato, ha festeggiato la gioia del suo primo gol in Serie A, che ha permesso ai ducali di vincere 1-0 a San Siro proprio contro l’Inter. In seguito, un infortunio agli adduttori lo ha tenuto a lungo fuori.

Nell’estate 2019 ha fatto nuovamente ritorno all’Inter, stavolta in pianta stabile. Il secondo debutto in prima squadra è avvenuto il 23 novembre.

Il 31 gennaio 2020 è passato al Verona in prestito con diritto di riscatto Il debutto è datato 8 febbraio nei minuti finali della vittoria contro la Juventus.

Il 9 settembre il prestito è stato confermato per un’altra stagione. Il 6 gennaio 2021 ha siglato il suo primo gol con gli scaligeri, nell’1-1 contro il Torino, tornando a segnare dopo oltre due anni. Si è ripetuto quattro giorni dopo, segnando il momentaneo gol del 2-0 nella partita contro il Crotone, finita poi 2-1.

Di Marco ha giocato anche con le Nazionali Under 17 e Under 21: nel 2019 è sceso in campo in tre gare della fase di qualificazione all’Europeo.

LEGGI ANCHE —> Napoli, De Laurentiis pensa a Juric. E dal Verona colpo Zaccagni e altri tre nel mirino

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here