Real Madrid, Sergio Ramos sul rinnovo: “Mi piacerebbe avere notizie”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:05
0

In casa Real Madrid si discute ancora per il rinnovo di Sergio Ramos. Il capitano dei Blancos oggi ha rotto il silenzio, affermando di desiderare maggiore chiarezza. Non è stato l’unico argomento trattato, ecco le sue dichiarazioni.

Sergio Ramos Real Madrid
Sergio Ramos, difensore del Real Madrid (credit: Getty Images)

È sicuramente uno dei temi più caldi in casa Real Madrid: Sergio Ramos è in scadenza di contratto e, al momento, tutto è fermo per il rinnovo. Il difensore dei Blancos ha parlato oggi pomeriggio al termine della presentazione sulla serie Amazon dedicata a lui (“La leyenda de Sergio Ramos”), rilasciando diverse dichiarazioni interessanti sia sulla situazione contrattuale, sia sul suo passato. Ecco di seguito le sue parole.

LEGGI ANCHE -> Spaccatura Juve: i senatori abbandonano Pirlo. Quale futuro per Ronaldo?

Real Madrid, Sergio Ramos chiede chiarezza

“C’è molta incertezza. Vorrei poter dire qualcosa, ma non c’è niente di nuovo. Mi piacerebbe avere notizie. Ora penso solo a rientrare dall’infortunio e a finire la stagione nel miglior modo possibile. Non c’è niente di nuovo sul rinnovo. Appena ci saranno novità, sarò io il primo a comunicarlo. Ma ora sono sereno”

Parole che lasciano un grosso punto interrogativo sul proprio futuro: Sergio Ramos non sa ancora se l’anno prossimo difenderà la maglia del Real Madrid o quella di un’altra squadra (nei mesi scorsi si sono rincorse voci su un possibile interessamento da parte del PSG). Il capitano del club spagnolo ha anche parlato di un suo ex compagno, Cristiano Ronaldo: ecco le sue parole.
“Lui è il fiore all’occhiello della Juventus. Tu pensi alla Juve e pensi a Cris. A Madrid, come a Torino, se le cose vanno male parlano solo di capitano e allenatore. Ronaldo fa la differenza, ma nessuno garantisce il successo in Europa o vince le coppe da solo. Qualsiasi squadra può vincere in Champions League. Il Barça è uscito ieri, pure la Juve. Può succedere a chiunque, a noi speriamo di no”.

Il numero 4 del Real ha anche rivelato i suoi esempi calcistici:
“Hierro e Maldini sono sempre stati un punto di riferimento per me. Poi dal Siviglia ho voluto consolidare la mia identità. Penso non mi sia andata male… Ma c’è sempre spazio per i miglioramenti”.

Sergio Ramos ha anche aggiunto un pensiero su come vorrebbe essere ricordato:
“Non si può accontentare tutti. Qualcosa, però, non si può cancellare: tutto quello che si è vinto. L’unica cosa che mi interessa è che sappiano che io sia una persona vera, che ho lasciato l’anima per il Madrid. Sono onesto, umile e lavoratore. Posso fare altri cinque anni ad alto livello, la mia mentalità mi aiuterà”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here