Toro, rientra Belotti: è negativo al Covid. Nuove suggestioni per la panchina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:52
0

Belotti torna tra i disponibili del Toro, ma sarà molto difficile vederlo in campo con l’Inter. Panchina: per Davide Nicola tutto tace per la questione-rinnovo, che dipende anche da se e come arriverà la salvezza…

Andrea Belotti (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)
Andrea Belotti (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

 

Toro, Andrea Belotti negativo al Covid

Dopo oltre due settimane l’attaccante del Toro è guarito: è la notizia più importante per l’ambiente granata. La prima cosa che farà sarà abbracciare sua figlia Vittoria che non è ancora riuscito a vedere da quando è nata. La seconda, probabilmente domani, riprendere gli allenamenti al Filadelfia dopo che avrà superato la visita di idoneità sportiva. Molto difficile se non impossibile, comunque, vederlo in campo nella sfida con l’Inter in programma domenica, ma già la presenza in panchina del capitano potrebbe essere uno stimolo in più per la squadra di Nicola. Con la guarigione del Gallo restano due i positivi in casa granata, Singo e Nkoulou.

Intanto Cairo pensa a chi affidare la panchina: tre suggestioni

Perchè non si discute del rinnovo di Davide Nicola? Innanzitutto perchè, molto semplicemente, i risultati non ci sono. Il 4-2 col Crotone, dopo una marea di pareggi, è il segnale che il Toro è tutto meno che sistemato, anche se con Nicola la situazione generale è migliorata. Ma i granata hanno preso quattro gol dall’ultima in classifica e rischiano ancora seriamente di retrocedere in serie B. Poi ricordiamo la clausola di Nicola: non dovrà solo salvare il Toro, ma dovrà ottenere una media punti di 1.5/1.6. Nel contratto di Davide Nicola è infatti presente una clausola particolare legata alla media punti. Se il Torino chiuderà a 43/45, sarà riconferma automatica. Per questo il presidente Urbano Cairo sta pensando al futuro, perchè con la media attuale rischia pure di arrivare la serie B. Come riportato da Tuttosport si va da Gattuso (allenatore già sondato nei mesi passati ma molto “costoso”) all’apprezzato (dal presidente) D’Aversa – che pure è da poco rientrato a Parma ed è avversario diretto del Toro, verso il quale ha avuto parole non proprio delicate sulla questione Covid – fino alla new entry Filippo Inzaghi.

Leggi anche > Toro shock: la mamma di Zaza attacca duramente società e tifosi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here