Fiorentina, Prandelli: “A Benevento senza paura. Castrovilli c’è”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:27
0

La Fiorentina sarà impegnata nello scontro diretto con il Benevento nella 27a giornata di Serie A. Un match importante per la salvezza. Il tecnico Cesare Prandelli ne ha parlato in conferenza stampa alla vigilia.

prandelli
Cesare Prandelli, allenatore della Fiorentina (Photo/Getty Images)

La ventisettesima giornata del campionato di Serie A vedrà uno scontro diretto importante per la salvezza. La Fiorentina, infatti, sarà ospite del Benevento domani a partire dalle 18.00. La Viola è reduce da tre risultati non soddisfacenti: due sconfitte contro Roma Udinese e un pari contro il Parma, penultimo in classifica. Per allontanarsi dalla zona retrocessione serve qualcosa in più. Gli uomini di Cesare Prandelli, dunque, cercheranno di dare il massimo in casa dei giallorossi, che non vincono da ben dieci turni. Entrambe le compagini sono a quota 26.

Leggi anche -> Recupero Lazio-Torino, Lotito annuncia ricorso

Prandelli alla vigilia

Cesare Prandelli, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della trasferta, ha parlato dello scontro diretto: “I giocatori sono consapevoli che affronteremo una squadra che lotta per la salvezza. Abbiamo lavorato molto bene e siamo sul pezzo e i giocatori sono responsabili di quello che dovranno fare. Non c’è paura, l’apprensione fa parte del nostro lavoro e dobbiamo metabolizzarla e pensare in modo positivo. Siamo consapevoli delle difficoltà ma senza aver paura. Non dobbiamo ripetere gli errori commessi nelle ultime partite. Quando siamo in vantaggio dobbiamo avere l’attenzione di non prendere gol subito. Guardando il Benevento è una squadra molto organizzata ed è prima sulle seconde palle in Italia. Non dobbiamo pensare di essere più bravi tecnicamente e giocare veloce cercando e trovando profondità”.

E aggiunge: “Questo è un campionato che dai 30 punti in giù tutti lotteranno per restare in Serie A. La maturità che intendo io è quella di ripetere le prestazioni, a quel punto la squadra può stare tranquilla. Nell’ultima partita noi abbiamo cambiato alcuni calciatori per forza e dunque non c’è tranquillità in questo senso”. Sugli uomini a sua disposizione: “Abbiamo recuperato sia Castrovilli che Kouamé. Amrabat ha ancora qualche problema ed è più no che sì. Quelli che vengono a Benevento vengono tutti senza paura e con la voglia di onorare al 100% la maglia viola. Ribery ha personalità ed esperienza, ma anche perché conosce i tempi di gioco e ci aiuterà in campo. E’ un leader e quando ci sono partite importanti di solito i leader prendono per mano la squadra“.

Leggi anche -> Gravina: “Non è un pericolo far entrare 10mila tifosi in stadi 60mila”

L’allenatore della Fiorentina, inoltre, ha parlato delle qualità degli avversari e, in particolare, del tecnico Inzaghi: “Pippo non è al primo campionato di Serie A, è un lavoratore preparato che pensa 7 giorni su 7 al calcio. Io gli faccio solo i complimenti perché il Benevento sta dimostrando di avere una identità dall’inizio della stagione. Il Benevento non ha mai pensato di avere supremazia nel palleggio ma l’aggressione è importante, una delle squadre che lo fa meglio in Italia. Lui sta sfruttando al massimo le proprie caratteristiche. Il nostro compito è essere aggressivi e avere voglia di disturbare gli avversari alti. È il nostro pensiero ma non serve solo determinazione e voglia ma anche equilibrio. Le partite che abbiamo fatto bene sono quelle dove siamo andati alti a disturbare gli avversari“.

Infine, un commento sulla possibilità che lo scontro diretto con il Benevento sia un test fondamentale per il suo futuro: “La mia testa — ha concluso Prandelli è rivolta solo a domani perché i troppi pensieri mettono ansia. Sono concentrato solo sulla partita, poi al termine del match vedremo ma non è il momento di pensarci. Noi siamo giudicati in base ai risultati e in questo momento non ci danno ragione. Il calcio è così. I risultati sono quelli che sono, dobbiamo discuterne anche se cerchiamo di pensare solo alla partita. I giocatori si sono allenati molto bene. Hanno capito la situazione e partiamo pronti con un senso pratico delle cose e con la voglia di fare la partita“.

I convocati della Fiorentina

La lista dei viola chiamati dal tecnico Cesare Prandelli per la trasferta di Benevento:

1) BARRECA Antonio

2) BIRAGHI Cristiano

3) BONAVENTURA Giacomo

4) CACERES SILVA Josè Martin

5) CALLEJON BUENO Josè Maria

6) CASTROVILLI Gaetano

7) DRAGOWSKI Bartlomiej (P)

8) EYSSERIC Valentin

9) KOUAME Kouakou Christian Michael

10) MALCUIT Kevin

11) MILENKOVIC Nikola

12) MARTINEZ QUARTA Lucas

13) MONTIEL RODRIGUEZ Cristobal

14) OLIVERA DE ANDREA Maximiliano Martin

15) PEZZELLA German Alejo

16) PULGAR FARFAN Erick Antonio

17) RIBERY Franck Francois

18) ROSATI Antonio (P)

19) TERRACCIANO Pietro (P)

20) VALERO IGLESIAS Borja

21) VENUTI Lorenzo

22) VLAHOVIC Dusan

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here