Il Covid colpisce ancora: dopo Galliani, anche Marotta positivo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:51
0

Beppe Marotta, anche lui risultato positivo al Covid il 25 febbraio scorso. Anche le sue condizioni di salute vengono segnalate come “in miglioramento”.

Adriano Galliani e Beppe Marotta sono stati ricoverati per accertamenti a seguito della scoperta positività al coronavirus.

Il primo, amministratore delegato del Monza, si trova in un ospedale milanese: è stato colpito dal Covid un paio di settimane fa. È comunque in buone condizioni. Il secondo, amministratore delegato dell’Inter, è invece all’Istituto Humanitas di Rozzano per accertamenti. Le sue condizioni, sotto monitoraggio, vengono definite in miglioramento.

Galliani e Marotta si sono contagiati insieme durante il viaggio a Roma con la delegazione formata da Alessandro Antonello e l’avvocato Angelo Capellini (risultati poi entrambi positivi al tampone) per partecipare all’elezione di Gabriele Gravina alla Figc.

Leggi anche———> Galliani positivo al Covid da 2 settimane: ricoverato subito in ospedale

Maradona, la Cassazione assolve il Pibe de Oro: nessun debito col fisco italiano

È arrivata la parola fine sulla battaglia tra Diego Armando Maradona e il fisco italiano. La Suprema Corte ha pubblicato oggi il verdetto dell’udienza, tenutasi lo scorso 20 ottobre, per quanto riguarda gli ipotetici debiti dell’ex Pibe de Oro. Per l’argentino è arrivata cosa la vittoria post mortem in Cassazione. Secondo la sentenza, il Maradona ha diritto al condono concesso al Napoli Calcio e convalidato dalla Commissione tributaria centrale di Napoli nel 2013.
Si chiude così gran parte del contenzioso fiscale di Maradona, stimato in circa 40 milioni di euro, e la Commissione Regionale della Campania dovrà ora valutare, nell’interesse degli eredi, se ci sono pendenze non condonabili. Secondo l’Agenzia delle Entrate, il Napoli Calcio aveva pagato per diversi anni compensi in nero all’argentino, Careca Alemao.

A commentare la sentenza della Cassazione, l’ex presidente del Napoli Corrado Ferlaino“È stata una cattiveria non so di chi, o forse invidia continuare negli anni con questa storia del fisco contro Maradona, visto che sia Careca che Alemao sono stati assolti tempo fa. Maradona non ha potuto firmare quelle carte perché non era in buone condizioni di salute ed era lontano dall’Italia. È una notizia che può apparire inutile, vista la scomparsa recente di Diego, ma che mi rende felice. Si fa giustizia e si ristabilisce così una situazione che ha fatto molto soffrire Maradona”. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here