Empoli, Dionisi: “Non guardo la classifica, cerchiamo continuità”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:42
0

L’Empoli affronterà la Virtus Entella nella 30a giornata di Serie B. Un testa-coda importante per le sorti della classifica. Il tecnico azzurro Alessio Dionisi ne ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell’impegno casalingo.

dionisi
Alessio Dionisi, allenatore dell’Empoli (Photo/Getty Images)

La trentesima giornata del campionato di Serie B metterà l’Empoli di fronte alla Virtus Entella. Un vero e proprio testa-coda, dato che gli azzurri sono in vetta alla classifica mentre i biancocelesti all’ultimo. Sulla carta, dunque, la squadra di Alessio Dionisi è stra-favorita, ma non dovrà sottovalutare gli avversari al fine di riuscire ad ottenere la terza vittoria consecutiva. La compagine di Vincenzo Vivarini, al contrario, non conquista un successo da ben dieci turni. La gara contro la capolista dunque non sarà certamente alla portata.

Dionisi alla vigilia

Alessio Dionisi, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match casalingo, ha avvertito la sua squadra: “In vista di domani non dobbiamo soffermarci sulla classifica. Sappiamo tutti quanto è difficile ottenere un risultato positivo, l’abbiamo visto martedì col Pordenone quando tutto sembrava mettersi per il meglio e la gara è stata ugualmente difficile, sbloccandosi solo alla fine. Dobbiamo pensare solo alla gara di domani, consapevoli che ogni gara va giocata al meglio. Dobbiamo e vogliamo fare il massimo: non abbiamo l’obbligo di vincere ma il dovere di fare del nostro meglio e credo che si facciamo prestazione potremo dare continuità come fatto fino ad oggi. Abbiamo tanto da guadagnare. Quella di domani è la partita più importante a oggi perché è la più vicina e può permetterci di dare ancora continuità. Allo stesso tempo è un attimo perdere certezze e non dobbiamo farci trascinare dagli eventi. Come detto dobbiamo affrontare la sfida al meglio, rispettare gli avversari e non soffermarci su un episodio positivo o negativo ma andare avanti fino alla fine“.

Leggi anche -> Italia, i convocati di Mancini: il c.t. ne chiama 38, sorprese Ricci e Toloi

E sugli avversari: “L’Entella verrà a giocarsela con le sue armi, cercando di metterci in difficoltà e di ottenere un risultato positivo. Noi non dovremo dimenticare l’andata, quando nel primo tempo abbiamo concesso tanto, andando meritamente sotto. E questo domani non dovrà ripetersi. L’Entella viene da risultati positivi fuori casa, ha pareggiato contro Lecce e SPAL e dobbiamo ancor più rispettarla. Per caratteristiche e sistema di gioco non credo che l’Entella verrà a difendere lo zero a zero. Mi aspetto una gara che saremo noi a fare ma allo stesso tempo loro non la subiranno solamente perché hanno singoli di qualità. Mi aspetto una squadra che verrà qua a cercar di capitalizzare le occasioni che avrà. Altrettanto dovremo far noi, cercando di sfruttare quelle che ci saranno concesse. Tante squadre contro di noi sono attendiste, altre giocano a viso aperto. Noi dovremo pensare solo a noi stessi, avendo comunque una strategia a seconda come andrà ad affrontarci l’Entella, alle condizioni e al tipo di partita che faranno. Dovremo andare in campo per dimostrare che il nostro percorso non è finito e possiamo ancora far molto“.

Leggi anche -> Napoli, contatti frequenti tra De Laurentiis e Allegri: l’allenatore è bendisposto

Infine, qualche parola sulle condizioni fisiche dei suoi giocatori: “La squadra sta bene, chi ha giocato di più può avere un pizzico di stanchezza ma anche maggior consapevolezza. Ho la fortuna di poter scegliere tra tanti giocatori che stanno bene e le valutazioni le farò fino a domani per decidere chi andrà in campo. E questo lo reputo positivo perché tanti ragazzi meritano di giocare. Tornando alla gara di domani, ogni partita deve essere un’occasione di crescita: sappiamo che quando affrontare squadre che vanno in campo con un determinato atteggiamento può essere svantaggioso ma come ho già detto non abbiamo l’obbligo di vincere quanto quello di fare il massimo. E spesso siamo stati bravi a far coincidere il nostro massimo con prestazioni che hanno portato il risalto, anche in gare che qualcuno può vedere come mezze sconfitte siamo stati bravi a non perder e dare continuità. La gara di domani potrà forse essere simile ad altre già affrontate ma il nostro pensiero deve essere quello di dimostrare per primi a noi stessi quanto valiamo. Rispettando l’avversario e i valori che l’Entella ha — ha concluso Alessio Dionisi dobbiamo andare in campo per dare il massimo“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here