Atalanta, Gasperini: “Col Verona battaglia sulle fasce, possibile aggiustamento”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:30
0

Gasperini pregusta in conferenza stampa la sfida fra Hellas Verona e Atalanta del 21 marzo. Sarà l’occasione di ritrovarsi con il suo amico Ivan Juric, per il quale l’allenatore nerazzurro ha un augurio da fare.

Atalanta, il tecnico Gian Piero Gasperini in conferenza stampa, 20 marzo 2021 (foto © Atalanta Bergamasca Calcio)
Atalanta, il tecnico Gian Piero Gasperini in conferenza stampa, 20 marzo 2021 (foto © Atalanta Bergamasca Calcio)

L’Atalanta che arriva alla viglia della partita con l’Hellas Verona, come racconta Gian Piero Gasperini in conferenza stampa, vuole tornare subito a vincere. Gli obiettivi rimasti alla squadra orobica in questa campionato sono due: la Coppa Italia e lo Scudetto, anche se per quest’ultimo il tecnico della Dea considera improbabile riuscire a superare l’Inter.

Atalanta, Gasperini: “Verona cresciuto, non ci faremo sconti”

Gasperini sottolinea la crescita impressionante del Verona negli ultimi due anni sotto la guida del suo amico Ivan Juric, soprattutto dal punto di vista della qualità. Gasperini si agura di poter vedere il collega giocare fin dal prossimo anno in una squadra fra le più importanti della Serie A, anche come premio per i traguardi fin qui raggiunti.

Per quanto riguarda l’incrocio Verona-Atalanta, Gasperini conferma che il punto di forza dei veneti ed il punto debole dei nerazzurri sarà proprio il gioco sulle fasce. Ecco le parole del tecnico della Dea: “Abbiamo emergenze nel ruolo. Hateboer si è infortunato a fine gennaio. È un infortunio molto lungo, non sappiamo ancora quanto“.


Leggi anche:

Poi continua: “Abbiamo due calciatori che si sono sempre fatti 90 minuti ultimamente. Maehle è appena arrivato fra l’altro, mentre con Gosens adesso dobbiamo capire che cosa succede. Se non è nelle condizioni di giocare, dovremo fare degli adattamenti. Con il Real Madrid era sceso Malinovskyi a metà campo con De Roon“.

L’adattamento già utilizzato in passato dall’allenatore è Ruggeri, che Gasperini non esclude di riutilizzare. Gosens, però, andrà valutato anche prima della partita del 21 marzo per decidere come sta la sua gamba destra. Il rischio, come già successo con il Real Madrid, è che la squadra si possa sfilacciare.

Sportiello o Gollini: ecco chi preferisce Gasperini

Gasperini ci tiene anche a dissipare ogni dubbio riguardo la scelta di utilizzare Sportiello nelle ultime partite: “Alternare Sportiello e Gollini non crea incertezze e non sminuisce nessuno. Sportiello ha fatto bene alcune partite. Con il Real Madrid, purtroppo, è incappato in un brutto errore. Sotto alcuni aspetti, i nostri due portieri si equivalgono“.

L’allenatore dell’Atalanta vuole dunque creare una sana rivalità fra i due portieri. Poi spiega: “Non ci sono assolutamente screzi tecnici come ho letto da più parti. Abbiamo pensato che l’alternanza di Sportiello e Gollini possa alzare il nostro livello e possa dare anche il tempo a chi non è in campo di potersi migliorare“.

Atalanta, Ilicic: ecco come sta il Professore

Ilicic, da ormai diversi incontri, fatica a ritrovare il guizzo a cui aveva abituato soprattutto i tifosi e che poteva essere decisivo in più partite, soprattutto quelle di Champions League. Gasperini è soddisfatto dei suoi progressi: “Ilicic si sta impegnando e si sta allenando. Continuo a cercare di recuperarlo. Mi devo aspettare che ogni tanto non sia al massimo“.

Il tecnico conferma che anche lui sta per partire con la Nazionale: “Adesso sono contento che c’è questa pausa ed è stato convocato con la Slovenia. Lo tengo in considerazione per domani. In allenamento si sta impegnando seriamente, vuole trovare la sua migliore condizione fisica. Domani è fra i possibili titolari“.

Atalanta, Gasperini: “Non abbiamo dubbi riguardo i nostri obiettivi”

Mancano ancora tante partite a fine campionato, ma Gasperini ha comunque le idee chiare: “Ci sono tantissime squadre che si distaccano di pochi punti. Noi cercheremo di stare dentro il più possibile fino alla fine. Se noi potessimo scegliere in quale competizione europea essere l’anno prossimo, di certo non avremmo dubbi“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here