Portogallo-Azerbaigian: i commenti post-gara dei tecnici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:07
0

Santos da un lato, De Biasi dall’altro: dopo la vittoria del Portogallo contro l’Azerbaigian è tempo di commenti in conferenza stampa. 

Santos e De Biasi commentano Portogallo-Azerbaigian (foto credit Azərbaycan Futbol Federasiyaları Assosiasiyası – AFFA)

Portogallo e Azerbaigian, il commento di Santos

Fernando Santos è soddisfatto per la vittoria anche se avrebbe probabilmente sperava in un risultato più ampio per il Portogallo. La Nazionale lusitana ha infatti vinto soltanto con una rete di scarto, per giunta non realizzata da alcun calciatore allenato da Santos. “Durante il primo tempo avevamo il controllo completo della partita, purtroppo abbiamo avuto diverse difficoltà nel creare occasioni da gol. I nostri avversari – commenta Santos – hanno acquisito fiducia sfruttando passaggi brevi ed è qui che sono iniziate le difficoltà”.

Santos chiede di cambiare subito marcia già dal prossimo match contro la Serbia. “Sicuramente bisogna migliorare il gioco sulla linea offensiva. L’importante era vincere e lo abbiamo fatto“.

L’analisi di De Biasi

Gianni De Biasi può ritenersi comunque soddisfatto nonostante la sconfitta di misura subita durante la prima giornata di qualificazione. L’Azerbaigian ha evitato di subire tanti gol ed è uscito da un match complicato soltanto con un gol subito, o meglio dire autogol. “Sono soddisfatto a metà, nel primo tempo non siamo riusciti a controllare la palla – commenta il ct dell’Azerbaigian – abbiamo cercato soltanto di difenderci. Durante la ripresa siamo migliorati, abbiamo comunque giocato contro una squadra nettamente più forte. Volevo che i ragazzi non avessero paura e me lo hanno dimostrato“.

Il tecnico italiano è certamente contento per la prestazione offerta durante la ripresa. Nel prossimo turno l’Azerbaigian osserverà un turno di riposo, poi la sfida casalinga con la Serbia. “Adesso pensiamo alla Serbia – commenta De Biasi – bisogna guardare avanti. Cercheremo di ottenere il risultato migliore in quella gara e anche nelle successive del girone“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here