Georgia-Spagna 1-2 Dani Olmo salva Luis Enrique, cronaca e tabellino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:52

Georgia e Spagna finisce 1-2, a Tbilisi Kvaratskhelia porta in vantaggio i suoi, ma Ferran Torres pareggia e Dani Olmo la ribalta

Georgia Spagna
Una scatto della sfida di oggi tra Georgia e Spagna (Credits: Getty Images)

Luis Enrique ringrazia Dani Olmo per il gol da tre punti che cambia la domenica della Nazionale Spagnola. Le Furie Rosse ribaltano la gara nel secondo tempo, grazie alla rete del mancino al 93′, dopo essere stati sotto e riprendono ossigeno anche in classifica salendo a quota 4 dopo l’1-1 con la Grecia. Stasera la Svezia sfida il Kosovo per restare in testa al Gruppo B.

La cronaca Live della partita

Luis Enrique sceglie ancora Morata in attacco e inserisce nella formazione titolare i gioiellini Pedri e Gil, tra i migliori nel secondo tempo del match con la Grecia. Tutto confermato nella Georgia con Kvaratskhelia uomo di maggiore talento della squadra.
La sfida è iniziata da qualche minuto e le Furie Rosse hanno già iniziato il possesso palla per cercare di aprire la difesa avversaria. Al 4′ ci prova Morata, ma la sua conclusione viene deviata in corner da un difensore avversario. Nei primi dieci minuti, la Spagna sta provando a sfondare soprattutto con Jordi Alba che sta trovando spazio per arrivare fino al cross. La prima grande occasione da rete capita sui piedi di Ferran Torres che dopo un rimpallo calcia ma Loria è attentissimo e respinge.

La Georgia non è squadra arrendevole come ha dimostrato con la Svezia e al 16′ ci vuole il migliori Unai Simon per parare il colpo di testa poderoso di Kashia. Il match arriva al 30′ con la Spagna che spinge ma non riesce a trovare l’imbucata giusta e la Georgia che non bada solo alla fase difensiva. Nel frattempo le statistiche ci forniscono un dato molto interessante, la Spagna ha il 73% di possesso palla. Il problema è che il giro palla è lento e così la difesa non rischia praticamente nulla. Così al 42′ arriva la doccia gelata con la stellina Kvaratskhelia che insacca l’1-0 con un destro preciso. Il primo tempo finisce così con la Georgia incredibilmnte in vantaggio 1-0 sulla Spagna.

Inizia la ripresa a Tbilisi, la Spagna deve riuscire a ribaltare la situazione altrimenti la qualificazione al Mondiale sarà in netta salita. E Luis Enrique cambia subito dentro Dani Olmo e Martinez per Gil e Diego Llorente. Il terzo cambio arriva al 55′ con Thiago Alcantara che entra al posto di Fabian Ruiz. Ed anche grazie alle sostituzione che la Spagna trova il modo di pareggiare grazie a Ferran Torres che questa volta non sbaglia. Le Furie Rosse continua a soffrire tremendamente la stellina georgiana Kvaratskhelia che imperversa su tutto il fronte d’attacco. Al 73′ Luis Enrique fa uscire il mediano Busquets e inserisce l’attaccante Oyarzabal, la Spagna è all disperata ricerca del gol vittoria. Si entra così negli ultimi dieci minuti di gara con il forcing spagnolo che non sta producendo occasioni da gol. La pressione è costante, ma la difesa della Georgia regge e disinnesca ogni possibile conclusione. Al 93′ ci pensa Dani Olmo a salvare Luis Enrique con un gran sinistro che infila alle spalle del portiere della Georgia. Un minuto più tardi saltano i nervi a Shengelia, brutto fallo e rosso diretto.

Il tabellino di Georgia-Spagna

Georgia-Spagna 1-2
Marcatori: 44′ Kvaratskhelia, 56′ Ferran Torres, 93′ Dani Olmo

Georgia (4-2-3-1) Loria; Kakabadze (79′ Chabradze), Dvali, Kashia, Guiorbelidze; Kankava, Kvekveskiri, Kvaratskhelia (79′ Kvekveskiri), Kiteishvili (70′ Beridze), Lobanidze (70′ Shengelia), Zivzivadze (62′ Kvilitaia)
A disposizione: Aburjania, Grigalava, Jiguari, Kobakhidze, Kupatadze, Mamardashvili, Papunashvili.

Spagna (4-3-3) Unai Simon, Porro (65′ Llorente M.), Garcia, D.Llorente (46′ Martinez), Alba; Ruiz (55′ Thiago Alcantara), Busquets (73′ Oyarzabal), Pedri; Gil (46′ Olmo), Morata, Torres.
A disposizione: Canales, De Gea, Gaya, Rodri,, Ramos, Koke, Sanchez.

Arbitro: Radu Marian Petrescu
Ammoniti: 7′ Llorente, 14′ Porro, 19′ Zivzivadze
Espulso: 94′ Shengelia

I precedenti

Sono solo tre i precedenti della partita con la Spagna che ne ha vinti due, entrambi nei gironi di qualificazioni ai mondiali, e la Gerogia che si è presa il successo nell’ultima gara giocata, 1-0 in amichevole. Nel 2013 vittoria facile per le Furie Rosse 2-0 con le reti di Negredo nel primo tempo e di Juan Mata nel secondo. La prima gara della storia tra le due nazionali è stata invece giocata nel 2012 con Soldado negli ultimi minuti a fissare il risultato di 1-0 ancora per la Roja.

Le curiosità

E’ un momento delicato per la Spagna che arriva al match con un solo successo nelle ultime cinque gare, per il resto tre pareggi e un successo. C’è da dire che non se la passa molto meglio la Georgia, nelle ultime 19 gare interne di qualificazione ai Mondiali ha vinto una sola volta con 9 sconfitte e altrettanti pareggi, la Roja è invece imbattuta da 32 gare in questa competizione. Da segnalare che per Sagnol sarà l’esordio in casa alla guida della Georgia, dopo la “prima” assoluta contro la Svezia mercoledì.