Inghilterra, il CT Southgate commenta la vittoria contro la Polonia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:35
0

L’Inghilterra di Southgate batte anche la Polonia e vola al primo posto del girone I. Il CT inglese ha commentato la vittoria in conferenza stampa.

Southgate Inghilterra
Gareth Southgate, CT dell’Inghilterra, durante la sfida contro la Polonia [credit: Getty Images]
L’Inghilterra batte la Polonia 2-1 e conquista il primo posto nel girone I. La Nazionale inglese ha trionfato grazie ai gol di Kane (rigore) e di Maguire, bravo a sfruttare l’assist di Stones a 5 minuti dalla fine.
Al termine del match il CT inglese ha commentato la vittoria in conferenza stampa: ecco le sue parole di seguito.

LEGGI ANCHE -> Qualificazioni Mondiale 2022, girone I: i risultati della terza giornata

La conferenza stampa di Southgate dopo Inghilterra-Polonia

Incoraggiando i difensori ad impostare dal basso, bisogna accettare di prendere dei rischi?
“Sì, può capitare. Ci stiamo lavorando da 18 mesi, ma in 14 partite abbiamo subito 5 gol, di cui 2 rigori e una punizione. Sappiamo che è qualcosa in cui dobbiamo migliorare, stasera abbiamo preso gol così. La cosa che mi ha fatto piacere è stato vedere Stones ricomporsi in fretta, recuperando subito: ha avuto un ruolo importante nel gol decisivo”.

Durante questa sosta hai avuto giocatori indisponibili a causa di infortuni. Quanto sarà difficile per loro essere convocati? O è ancora tutto aperto?
“Prima di tutto devo dire che il gruppo con cui ho lavorato questa settimana è stato fantastico. Siamo molto soddisfatti del collettivo, di come hanno approcciato la situazioni, di come si sono supportati l’un l’altro. Hanno raggiunto l’obiettivo, ovvero i 9 punti, cosa che altre Nazionali (anche importanti) non sono state in grado di fare. Però ancora non sappiamo come sarà la situazione in estate, restano ancora 8/10 settimane di stagione intensa. Alcuni torneranno dall’infortunio, ma potremmo perderne altri in questo periodo purtroppo: la realtà è questa. Non sono gli ultimi 10 giorni ad impressionarmi in positivo o in negativo, conosciamo i giocatori e sappiamo dove possono migliorare. Oggi è stato un buon test per noi”.

Cosa ne pensi della prestazione della Polonia?
“Sapevamo che la Polonia sarebbe stata un test difficile, hanno giocatori molto forti. Oggi Krychowiak è stato eccellente a centrocampo, ma non ci ha sorpresi, conosciamo le qualità dei loro giocatori. Ci si concentra su Robert Lewandowski ovviamente, ma sapevamo che ci sarebbero stati giocatori in grado di causare problemi. Hanno anche una buona esperienza, è difficile superare la loro difesa. È stato un test migliore per noi rispetto alle ultime partite, eravamo consapevoli dell’importanza di questa vittoria”.

Ancora non si sa se Jordan Henderson sarà a disposizione questa estate: può essere Kalvin Phillips il giusto sostituto?
“Ora tutti devono giocare bene da qua alla fine della stagione, in tutti i ruoli. Siamo molto soddisfatti di quello che Kalvin ha fatto. Lo avevamo convocato quando giocava ancora in Championship, ancora prima del debutto in Premier League. È molto affidabile in mezzo al campo, ha un buon passaggio. Avremmo voluto fare dei cambi oggi, ma ci siamo accorti che i nostri giocatori offensivi stavano occupando bene gli spazi e Kalvin e Declan [Rice, ndr] stavano reggendo bene. Abbiamo voluto continuare con loro in campo, se non avessimo vinto saremmo stati criticati per questo, ma a volte bisogna mantenere i nervi saldi e noi pensavamo di star facendo la cosa giusta. Kalvin è stato un innesto molto importante per questo gruppo, è un ragazzo super, molto umile, un ottimo giocatore. Penso che Marcelo [Bielsa] abbia svolto un ottimo lavoro su di lui, ma ha delle qualità naturali e la famiglia lo aiuta: saranno particolarmente orgogliosi”.

Come hai visto la reazione di John Stones all’errore? E quanto è stato importante per lui reagire subito in questa partita?
“È stato fondamentale, può capitare a tutti di sbagliare, a volte si è puniti e a volte va bene. Ma bisogna vedere la sua reazione, sarebbe facile lasciarsi andare, ma John non lo ha fatto. È stato bravo a fornire l’assist per Harry [Maguire], sono contento della sua reazione. La squadra ha dato una buona risposta”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here