Kosovo, Challandes : “Quasi impossibile giocare contro la Spagna”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:47
0

Il tecnico del Kosovo Bernard Challandes commenta la sconfitta dei suoi contro la Spagna senza troppi rimorsi.

Kosovo Challandes
Il Commissario Tecnico del Kosovo Challander (Credits: Getty Images)

Questa volta Davide non ha potuto nulla contro Golia. Il Kosovo esce sconfitto dalla sfida contro la Spagna 3-1. Il tecnico Challandes però non rimprovera nulla ai suoi ragazzi: “Non posso dire nulla alla squadra perché abbiamo giocato contro un avversario molto forte. Abbiamo tenuto bene la palla, anche se alla fine il risultato non è stato buono. È quasi impossibile giocare contro una squadra come la Spagna. Era con tre attaccanti come Olmo, Morata e Torres che sono probabilmente i migliori al mondo”.

Challandes dopo Spagna-Kosovo 3-1

Niente da dire ai suoi giocatori e Challandes lo ripete con forza: “Volevamo creare problemi alla Spagna, ma non ci siamo riusciti. I giocatori ci hanno provato, ma non è stato affatto facile”. La strada del Kosovo è stata complicata fin da subito visto nelle prime due gare del Gruppo B delle qualificazioni ai Mondiali hanno affrontato subito Spagna e Svezia, le due grandi favorite per passare il turno.”Non si può dire che non abbiamo fatto progressi, perché abbiamo giocato contro due squadre molto forti, come Svezia e Spagna, e in questi casi la vittoria per noi è quasi impossibile”.

Il tecnico non solo difende la sua squadra a spada tratta ma pensa anche a quello che questo sconfitte possono dare in termini di esperienza: “Siamo il Kosovo e abbiamo combattuto contro una squadra molto forte. Ed è così che facciamo progressi. Abbiamo fatto qualche passo avanti contro la Spagna, perché non abbiamo mai giocato contro un avversario del genere. Il percorso è lungo e non possiamo criticare la squadra, ma se volete possiamo criticare l’allenatore. Dobbiamo prendere le partite una per una, perché non è facile per una squadra come il Kosovo giocare le qualificazioni ai Mondiali. Ho fiducia nella mia squadra ma dobbiamo essere pazienti, lavorare e mostrare le nostre qualità”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here